Sicurezza: appello dei sindaci

Una presenza più “visibile” delle forze dell’ordine, più controlli ai migranti e attenzione alle possibili infiltrazioni della malavita organizzata. A chiederlo i sindaci di Bagnoli, Agna, Arre, Candiana, Tribano e Anguillara durante l’incontro in Prefettura con i vertici di Polizia e Carabinieri.

I sei sindaci chiedono un impegno concreto per la sicurezza in un territorio che da ormai due anni fa i conti con la presenza di centinaia di migranti e che si chiede anche se la criminalità organizzata si stia infiltrando nel tessuto produttivo minato dalla lunga crisi.

“Abbiamo fatto presente che i nostri sei comuni contano circa 20 mila abitanti in un territorio omogeneo e che pertanto insieme “pesiamo” come Piove di Sacco o Abano. – ricorda il sindaco di Bagnoli Roberto Milan – Ci siamo complimentati per il servizio svolto dalle forze dell’ordine ma abbiamo notato tuttavia una carenza in organico in alcune circostanze. Abbiamo chiesto pertanto che venga incrementato il numero dei carabinieri nelle singole stazioni territoriali, in modo da avere persone pronte ad intervenire direttamente sul posto Spiace solo per l’assenza di altri comuni, come Conselve, Terrassa e Cartura”.

I sindaci hanno ricevuto da polizia e carabinieri rassicurazioni sul rischio di infiltrazioni della criminalità nella Bassa Padovana perché l’attenzione su particolari soggetti è sempre molto elevata da parte delle forze dell’ordine. Sul fronte migranti i sindaci sollecitano maggiori controlli sui richiedenti asilo.

Nicola Stievano

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento