Teatro, va in scena la nuova stagione a Piove di Sacco

Sono tutte e tre ricche le stagioni teatrali assemblate da Nuova Scena con la collaborazione di Artven e il Comune di Piove di Sacco. Quella della prosa annovera in regia e sulle tavole nomi importanti come Alessandro Preziosi, Emma Dante e Antonella Questa. Otto appuntamenti con la prosa, cinque saranno gli amatoriali e altrettante le domeniche a teatro per i più piccini.

“Per me è molto importante perché è l’ultima del mio mandato – ha esordito l’assessore alla Cultura piovese Paola Ranzato in sede di presentazione della nuova stagione teatrale 2017-2018 del Filarmonico – è quella che sento di più perché inizia e si sviluppa attraverso una finzione tratta dalla fiaba del Mago di Oz così come le stagioni amatoriali e le domeniche a teatro. Il titolo della stagione è un tributo alla fiaba, a quel mondo di magia che ci ha affascinato da bambini e che, nella vita da adulti, ci riporta a vedere in maniera semplice la realtà” La stagione di prosa apre il 23 novembre con Alessandro Preziosi in “Totò oltre la maschera” un recital in omaggio ad Antonio de Curtis a 50 anni dalla morte, accompagnato dalla chitarra di Daniele Bonaviri. Doppio appuntamento per il mese di dicembre.

Mercoledì 6 dicembre lo spettacolo di Tindaro Granata “Geppetto Geppetto” dove qualità di autore, regista e attore Granata racconta in maniera diretta, delicata e divertente cos’è l’essere genitore e l’essere figlio. Giovedì 21 in prossimità del Natale, diretta dal Maestro Romolo Gessi l’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta con il concerto “Da Salisburgo a Holliwood” l’ensemble propone un percorso musicale lungo quattro secoli, partendo dalle musiche di un giovanissimo Mozart fino alle colonne sonore dei grandi film. Ad aprire il 2018, venerdì 19 gennaio, Aleksandros Memetaj in “Albania casa mia” lo spettacolo autobiografico, vincitore del Premio Museo Cervi – Teatro per la Memoria 2016, racconta la fuga di un padre dal proprio paese, l’Albania, e di un figlio, nato lì, che non trova nel territorio di adozione, il Veneto, un vero e proprio senso di appartenenza.

Continua la saga di Giulio Pasquati e Girolamo Salimbeni, venerdì 2 febbraio, con il terzo episodio firmato da Stivalaccio Teatro “Il malato immaginario- l’ultimo viaggio” La compagnia dello Stivale si trova a Parigi, anno 1673, a pochi minuti dall’andare in scena con un attore d’eccezione: Molière. Sabato 3 marzo con la “Scortecata” la regista Emma Dante, rilegge la fiaba di Basile. In scena due attori uomini vestiranno i panni femminili di Carolina e Rusinella, sorelle protagoniste di uno dei racconti de “Lo cunto de li cunti”. A chiudere la stagione venerdì 16 marzo, sarà Antonella Questa con il suo ultimo lavoro “Un sacchetto d’amore”. Attrice e autrice del testo, la Questa affronta con l’ironia che la contraddistingue le nuove dipendenze comportamentali, nate dentro la società consumistica odierna. Il teatro amatoriale, rassegna organizzata in collaborazione con la Compagnia della Torre e da La ribalta, aprirà il 2 dicembre con “La banda delle oneste” con la compagnia La ribalta. A seguire altri quattro sabati con titoli come “Queo che resta dei sette nani”; “Così è (se vi pare”; “Pagamento alla consegna” e “Il mercante di Venezia”.

Gianni Patella

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento