Cona, perquisizioni a tappeto nel centro di accoglienza migranti

Perquisizioni a tappeto dalle prime ore del mattino a Cona, nel centro di accoglienza straordinaria e nelle società ad esso collegate, da parte del Nucleo di polizia economico-finanziaria di Venezia, su delega della Procura della Repubblica di Venezia, per il reato di associazione a delinquere nella frode in pubbliche forniture.

Perquisiti anche due funzionari della Prefettura di Venezia per il reato di rivelazione di segreto d’ufficio, nonché per l’acquisizione di documentazione presso la medesima Prefettura. “Le indagini – si legge nella nota del Procuratore della Repubblica di Venezia Bruno Cherchi -, sono finalizzate alla verifica dei rapporti tra la struttura di accoglienza e gli uffici pubblici deputati al controllo, nonché alla corretta esecuzione del contratto di appalto di accoglienza dei migranti richiedenti asilo internazionale presso il Centro di Cona”.

Lascia un commento