I migliori amici degli anziani

Sono diventati i migliori amici di ospiti e operatori della Rsa di Conselve: stiamo parlando dei cinque cani protagonisti del progetto di attività assistita con gli animali promosso da Uls 6 e Ordine dei Veterinari di Padova, in collaborazione con la “Sereni Orizzonti” che gestisce la struttura. Ogni appuntamento si è trasformato così in un momento di festa e di “cura”, in tutti i sensi. Un paziente, raccontano gli operatori della Rsa, che da mesi non parlava a causa di un ictus, durante uno degli incontri ha pronunciato la parola “cane” e pian piano ha ripreso a parlare. Un altro ospite, il signor Gino, si è fatto portavoce di tutti i pazienti per chiedere che le visite di questi cinque amici possano continuare anche in futuro. Nina, collie blue merle di 6 anni, è cieca ma si aggira tra gli anziani con disinvoltura. Lo stesso fa Pippo, spinger spaniel di ben 15 anni ancora vivace e attivo, insieme a Eva, border collie di 3 anni, Ariel australian shepherd di 5 e Baldo, pastore del Lagorai.

“Non contano la razza e l’età dei cani, è importante l’attitudine e la capacità di gestire lo stress emotivo a cui gli animali sono sottoposti in questi incontri” spiega la dottoressa Chiara Bottaro, veterinario dell’equipe che ha seguito il progetto. “Gli ospiti hanno avuto modo di divertirsi, svagarsi e migliorare la comunicazione – aggiunge Lamberto Barzon, presidente dell’Ordine dei Veterinari di Padova – i cani hanno rappresentato dei mediatori tra il conduttore ed il paziente, facilitando le relazioni sociali e costituendo un’occasione di scambio affettivo e di gioco. Le attività sono state ricche di significato, lo abbiamo visto dal sorriso e dallo sguardo raggiante degli ospiti”. Pieno sostegno anche da parte dell’Uls 6, ora si lavora per riproporre l’iniziatva.

(n.s.)

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento