Banda Aurelia: oltre cinquant’anni in musica

Oltre cinquant’anni di musica e spettacoli. La banda musicale “Aurelia” di Loreggia e il gruppo delle Majorettes si rinnovano e continuano alla grande la tradizione iniziata nel 1964. In quell’anno, infatti, sotto l’impulso del cavalier Narciso Ganzina, con l’aiuto fondamentale del maestro Antonio Ceccon, del parroco don Antonio Serafin e dei concittadini Maria Barco e Lorenzo Tessaro, fonda la Banda Ganzina in onore al suo mecenate.

Il gruppo muove i primi passi reclutando strumentisti anche dai paesi e dai complessi limitrofi e negli anni ‘70 il sodalizio cambia nome in Banda Musicale Aurelia di Loreggia, dal nome dell’importante strada consolare Aurelia che collegava l’antica Patavium (Padova) con Acelum (Asolo), passando per Loreggia. Nel 1979 viene creato il gruppo delle majorettes, fondamentale per ampliare le possibilità espressive del gruppo. Negli anni la banda ha modo di esibirsi e di farsi conoscere anche all’estero e a luglio del 1997 partecipa al gemellaggio tra Padova e Friburgo, con una tre giorni in Germania. La Banda Aurelia entra anche nel Guinnes dei Primati: succede nel luglio del 1997 quando partecipa a Bibione al più grande concerto collettivo mai realizzato, con circa 4000 strumentisti a suonare in contemporanea. Gli anni del 2008 in poi segnano una svolta nel gruppo majorettes e vengono introdotti nuovi balli anche su basi di musica moderna fino ad abbracciare le disciplina dello twirling e cheerleading.

Banda e majorettes si esibiscono al saggio di fine anno a giugno, al concerto di San Rocco nella tradizionale sagra in agosto e al concerto dell’Immacolata a inizio dicembre. Il direttivo della banda Aurelia e delle Maiorettes è presieduto da Filippo Boromello; consiglieri sono Chiara Bastarolo, Stefania Bernardi, Dolfina Casarin, Andrea Cavallin, Roberto Cosma, Giorgio Favaro, Roberto Martellozzo, Flavio Pavan. Lorena Levorato te.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento