Educare per prevenire i rischi della rete: al via la rassegna di incontri “Fare rete per educare”

Ha preso il via la rassegna “Fare rete per educare” promossa dal settore servizi sociali del Comune, ciclo di incontri dedicati ai temi della pedagogia, genitorialità e inclusione. La prima serata dal titolo “Smartphone e parental control” si è tenuta a inizio febbraio. L’ingegnere Zampier Zago e la psicologa Denise Borgato hanno spiegato ai genitori presenti le modalità più adatte per educare i ragazzi all’uso consapevole delle nuove tecnologie e proteggerli dal rischio della rete. Argomento di stretta attualità, come gli altri inseriti in programma. “Dal nostro confronto – spiegano gli organizzatori, l’assessore alle politiche scolastiche Sofia Tisato, Silvia Bernardo assessore alla polizia locale e sicurezza e agli affari legali e Marco Parpaiola consigliere delegato alle politiche giovanili, associazionismo e volontariato – hanno preso forma i seguenti filoni: il sostegno alla famiglia nelle situazioni di disagio giovanile, la prevenzione delle dipendenze, l’informazione giuridica come forma di prevenzione dell’illegalità, l’accoglienza. È proprio la stessa famiglia, spesso segnata dalle fragilità, ad essere in grado di aprirsi al mondo circostante e a divenire parte attiva nei processi di promozione sociale. Dal dialogo nasce la “rete”, che può sostenere e accogliere ciascuno”.

Gli incontri, che si tengono tutte le settimane nell’auditorium Santini e al Villaggio Sant’Antonio sala “M. Tommasi” di Noventa Padovana, sono iniziati nel mese di febbraio e proseguiranno fino al 10 maggio prossimo. Sono curati da esperti psicologi, educatori, insegnanti e professionisti che gravitano a diverso titolo attorno al mondo degli adolescenti e dei giovani. Tra gli argomenti di cui si parla, le dipendenze, le relazioni nella comunità e tra le religioni, lo studio, il gioco d’azzardo, il bullismo, i social network. L’iniziativa, che da anni trova riscontro attivo tra i genitori, è sostenuta e promossa anche da varie associazioni del territorio di Noventa Padovana: associazione Genitori Ic Santini, associazione Genitorialità, Incore, Villaggio Sant’Antonio, Acat Padova, movimento SlotMob Veneto, centro per l’Affido e la Solidarietà familiare Padova Ovest, associazione Mario Tommasi, Unicef. Gli appuntamenti, quasi tutti in orario serale, sono gratuiti e aperti al pubblico. Il programma completo è disponibile sul sito del Comune.

Eliana Camporese

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento