Cercasi sponsor per l’area giochi inclusiva di Camposampiero

Aaa cercasi partner per realizzare il parco inclusivo per bambini a Camposampiero. L’amministrazione comunale ha infatti pubblicato un bando per selezionare un partner pubblico o privato che voglia realizzare a propria cura e spese i lavori per il completamento del parco nell’area di 12mila metri quadrati dell’ex Ecocentro di via Albarella, e adatto per far giocare anche i bambini con ridotta capacità motoria. Si tratta di trovare un soggetto che si prenda l’incarico di posizionare delle giostrine e tutti gli arredi adatti anche per i bambini disabili, oltre a realizzare un’adeguata pavimentazione sicura e antitrauma. Per completare un’altra parte del parco è anche stato chiesto un finanziamento alla Cariparo per la fornitura di altre quattro giostrine. L’idea di avere a Camposampiero un’area di giochi cosiddetta inclusiva, ovvero utilizzabile anche dai bambini con ridotta capacità motoria, è di una coppia di genitori, Silvia Salvalaggio e Giuseppe Zella, mamma e papà della piccola Sofia, volata in cielo ad aprile del 2015 a soli 3 anni a causa di una malattia neurodegenerativa incurabile. Silvia e Giuseppe, anche in ricordo della loro piccola, hanno deciso di impegnarsi per poter avere nella loro città un parco senza limiti e ostacoli che possano impedire ai bambini di giocare in autonomia, eliminando ogni possibile discriminazione, e cercando di alleviare, seppur in minima parte, il dolore della malattia o della disabilità. La coppia ha così fondato l’associazione Onlus “Giochiamo con Sofia” che partecipa a molti eventi di beneficienza e solidarietà per raccogliere fondi al fine di realizzare questo straordinario obiettivo.

Lorena Levorato

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento