Conselve, nuova scuola primaria da 5 milioni: è caccia aperta ai finanziamenti

Conselve punta sulle sue scuole con un progetto da 5 milioni di euro. Da anni si parla di un nuovo edificio che dovrebbe prendere il posto delle attuali elementari Diego Valeri e Leonardo da Vinci, ormai inadeguate ad accogliere la popolazione scolastica. Come atteso da tempo, e come previsto anche dal programma elettorale, la giunta Boccardo ha affidato l’incarico per la redazione dello studio di fattibilità tecnica ed economica della nuova scuola. Della progettazione se ne occuperà lo studio Cavazzana di Tribano per una spesa di circa 36 mila euro. Una volta completato il progetto sarà possibile mettersi alla ricerca di finanziamenti e risorse. Gli amministratori sono ottimisti e non si lasciano scoraggiare dalla spesa impegnativa, la più rilevante opera pubblica dopo parecchi anni. Anzi ritengono che i tempi siano maturi e che le casse comunali potranno farsi carico di questo intervento tanto atteso.

La notizia è emersa dai banchi dell’opposizione, su iniziativa di Andrea Zanetti di “Insieme per il bene comune” autore di un’interrogazione da discutere nel prossimo consiglio comunale. “La costruzione di un nuovo plesso scolastico è di primaria importanza per consentire a Conselve- ricorda Zanetti – un’istruzione in luoghi più funzionali e meglio rispondenti alle attuali normative di sicurezza”. Nella sua interrogazione il consigliere chiede informazioni sulle concrete disponibilità di finanziamento e domanda quale sarà l’accesso all’area individuata, un terreno fra la scuola dell’infanzia Girasole e l’istituto superiore “Mattei” di via Traverso. Il sindaco Alberta Boccardo intanto osserva che “ormai c’è assoluto bisogno di un nuovo edificio scolastico perché gli spazi dei due plessi attuali sono insufficienti per il numero di classi. Lo studio preliminare è il primo passo fondamentale per poter chiedere finanziamenti statali e regionali. Percorreremo tutte le strade possibili per accedere alle risorse necessarie”.

Il vice sindaco Antonio Ruzzon aggiunge che “il terreno non è ancora stato acquisito dal Comune ma è già pronto sotto il profilo della destinazione urbanistica. Per non gravare di ulteriore traffico via Traverso abbiamo previsto un’ingresso diretto alle nuove scuole direttamente da via Fossalta. Cinque milioni di euro sono una cifra importante ma alla portata del nostro Comune. Ovviamente cercheremo tutti i finanziamenti possibili sapendo di poter contare anche sui fondi della vendita o della permuta dei due edifici scolastici che andremo a chiudere e anche sulla possibilità di vendere l’area Peep di via Roma, che vale almeno 2,4 milioni di euro. Intanto scenderà anche l’indebitamento del Comune perché fra due anni le rate dei mutui scenderanno a 300 mila euro l’anno, contro gli attuali 600 mila. Questo consentirà perciò di attingere a nuove risorse”. Intanto il dibattito sulle politiche per la scuola resta sempre molto vivace e il Movimento 5 Stelle ha messo in evidenza come finora l’impegno dell’amministrazione sia stato al di sotto delle aspettative. Di scuola dunque si continuerà a parlare a lungo…

Nicola Stievano

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento