Scuola: a Campodarsego un piano all’insegna di potenziamento e innovazione

Piano di assistenza scolastica 2017/2018 nel segno del potenziamento e dell’innovazione. Tradotto in cifre è di 630 mila l’impegno di spesa messo a bilancio dall’amministrazione. La delibera, approvata nei giorni scorsi dal consiglio comunale, è stata illustrata dall’assessore alla pubblica istruzione, Pier Antonio Coletto. “I servizi che il Comune si propone di continuare, ma anche di attivare ex novo – spiega l’assessore Coletto –sono rivolti ad agevolare i compiti educativi delle famiglie dal punto di vista culturale, sociale e finanziario. L’impegno dell’amministrazione va nella direzione di favorire l’inserimento nelle strutture educative fin dalla più tenera età e, allo stesso tempo, di rendere effettivo il diritto allo studio per gli alunni della scuola dell’obbligo. Quello che ci siamo prefissi è, poi, di qualificare e potenziare le attività scolastiche della scuola dell’obbligo, promuovere attività culturali a vantaggio degli studenti e la conoscenza civica ad esempio attraverso il Consiglio dei ragazzi e delle ragazze. Nel piano abbiamo previsto anche il potenziamento del servizio dei centri ricreativi pomeridiani”. Si parte da interventi ordinari come: Trasporto – 147 mila euro il contributo previsto a favore delle scuole primarie e secondaria di primo grado per tutto l’anno scolastico; servizio pomeridiano per favorire le attività di arricchimento e di integrazione della scuola dell’obbligo; Libri di testo – 44.500 euro suddivisi tra scuola primaria (per la fornitura testi gratuita a tutti gli alunni mediante cedole) e scuola secondaria di primo grado (per l’acquisto di volumi a valenza triennale per gli alunni delle classi prime).

Nel piano anche interventi a favore delle scuole materne private con 210 mila euro di contributi “allo scopo di generalizzare la frequenza, il loro sviluppo ed il miglioramento dei servizi, nonché per favorire la loro integrazione nel servizio formativo complessivo – aggiunge Coletto -, ma anche per attività ordinaria di gestione, straordinaria e per gli insegnanti di sostegno e i centri estivi. Abbiamo inserito anche 26 mila favore delle famiglie con minor reddito per il pagamento delle rette mensili di frequenza della scuola dell’infanzia”. All’istituto comprensivo sono stati poi destinati, attraverso apposita convenzione esistente, complessivi 22 mila euro per l’acquisto materiale igienico, di pulizia e sanitario; e ancora, per stampati, cancelleria e consumo per ufficio,materiali di consumo per la didattica; e poi, materiale specialistico destinato all’uso sportivo-ricreativo o per attività specifiche per il sostegno; manutenzione sussidi audiovisivi e informatici. Infine, il Comune ha previsto 20 mila euro per garantire il servizio dei nonni vigili così importante sul fronte della sicurezza in particolare in entrata e uscita dalle scuole nei vari plessi. Nicoletta Masetto

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento