A Cavarzere apre lo sportello H a tutela dei disabili

Il 27 febbraio scorso, presso la sede Uil di Cavarzere in via Martiri 55, è stata ufficializzata la nascita dello sportello H; ossia un punto indispensabile per tutte quelle persone che hanno particolari disabilità ed hanno bisogno di informazioni e delucidazioni sugli aspetti burocratici che regolarizzano la loro situazione e sulle possibilità di aiuti che gli stessi hanno nel comune di Cavarzere.

È il presidente della medesima sede, Ezio Mori, che spiega: “Questo sportello si prefigge due particolari obiettivi, che possono essere riassunti nell’abbattimento delle barriere architettoniche per i portatori di disabilità; infatti il primo punto essenziale è quello di garantire in tutti i posti pubblici un accesso alle persone disabili o anziani in carrozzina”. “Prendo ad esempio l’accesso del vecchio cimitero, nel quale non esiste una rampa efficiente per entrare e le persone con la carrozzina sono costrette a farsi accompagnare per forza dai propri cari”. E continua dicendo che: “Il secondo scopo è che in tutti i locali pubblici ed anche nei ristoranti vengano realizzate delle rampe d’accesso”.

“Lo sportello H darà la possibilità, mercoledì di ogni settimana, dalle 10 alle 12, di poter essere informati sui diritti e sulle questioni burocratiche che spesso le persone portatrici di handicap non conoscono e di cui avrebbero bisogno”. “Il coordinatore dello sportello è Sebastiano Bergamasco, – sottolinea Mori – che farà il possibile per soddisfare le esigenze di tutti coloro che ne avranno di bisogno”. “Cercherò – ha continuato Mori – un confronto nei prossimi giorni con sindaco e assessore al Sociale”.

Alla presentrazione dello Sportello è intervenuta Debora Rocco, responsabile tecnica del sindacato, che ha dichiarato: “Noi dobbiamo essere promotori di maggior tutela e cercare di fare il possibile per creare una città accogliente per le persone con queste problematiche, che troppo spesso vengono dimenticate”. “Noi come Uil siamo supervisori di queste situazioni che devono essere prese in considerazione dal Comune”. Presente alla presentazione c’era anche la presidente del Consiglio comunale, Sabrina Perazzolo, che è intervenuta specificando: “Cercherò di esporre questa realtà in consiglio e di dare maggiore voce a chi si trova in difficoltà in modo tale che si riesca ad arrivare ad un giusto accordo, per la tutela dei nostri disabili e degli anziani”.

Stefano Spano

Lascia un commento