Diciannove parlamentari padovani, sette a Roma per la prima volta

Sette senatori e dodici deputati, due in più rispetto al 2013: si ingrossa la truppa di parlamentari padovani eletti alle Politiche. Diciannove in tutto, con il centrodestra che ovviamente la fa da padrone, grazie ai risultati ottenuti nei collegi uninominali. Al Senato infatti il centrosinistra padovano resta a bocca asciutta mentre il Movimento 5 Stelle, nonostante il buon risultato, si deve accontentare di un eletto. L’unico esponente padovano del Partito Democratico lo troviamo alla Camera, si tratta di Alessandro Zan, eletto nel collegio plurinominale di Padova. A rappresentare Forza Italia ci saranno invece volti nuovi e nomi storici. Su tutti quello dell’avvocato Nicolò Ghedin, al suo quinto mandato. Siede in Parlamento dal 2001, ha 58 anni ed è stato eletto a Palazzo Madama nel collegio di Bassano del Grappa. Altra presenza di lungo corso è quella di Lorena Milanato, 55 anni, anche lei al quinto mandato, eletta nel collegio uninominale di Abano. Torna al Senato Elisabetta Casellati, 61 anni, già sottosegretario alla salute e in seguito membro del Consiglio Superiore della Magistratura. Torna alla Camera Roberto Caon, eletto nel collegio plurinominale di Padova, 54 anni, di Vigonza. Dal Senato passa alla Camera il padovano Marco Marin, 54 anni, eletto nel collegio di Rovigo – Verona.

È alla sua prima esperienza romana invece Piergiorgio Cortelazzo, 49 anni, ex consigliere regionale e ora presidente di Acquevenete, eletto nel collegio di Legnago. A guidare la truppa veneta Forza Italia con 7 eletti, Lega con 5, M5S con 4. Milanato e Ghedini in Aula per la quinta volta Diciannove parlamentari padovani, sette a Roma per la prima volta Volto nuovo di Forza Italia in Senato anche quello di Roberta Toffanin, eletta in Senato nel collegio di Rovigo. Fra la “truppa” leghista padovana in Parlamento spicca il ritorno di Massimo Bitonci, ex sindaco di Padova e Cittadella, 52 anni, eletto nel collegio plurinominale. Al suo fianco Adolfo Zordan, sindaco di Vigodarzere, 54 anni, alla sua prima esperienza da parlamentare, eletto sempre nel collegio plurinominale. Ha detto che continuerà a fare il sindaco. L’altro primo cittadino leghista neo parlamentare è Arianna Lazzarin, sindaco di Pozzonovo, 42 anni, eletta alla Camera nel collegio uninominale di Padova.

Approda in Parlamento anche il segretario provinciale del Carroccio Andrea Ostellari, 44 anni, eletto alla Camera. È avvocato nonché consigliere comunale, tra i banchi dell’opposizione, nella sua Curtarolo. Il più giovane è senza dubbio Alberto Stefani, 25 anni, già consigliere comunale della Lega, eletto alla Camera nel collegio uninominale di Vigonza. Eletti con lo schieramento di centrodestra i due senatori di Noi con l’Italia e di Fratelli d’Italia. Per i centristi troviamo il veterano Antonio De Poli, 57 anni, presidente dell’Udc e questore uscente del Senato.

A rappresentare Fratelli d’Italia è invece Adolfo Urso, che subentra a Daniela Santanché, eletta nel collegio uninominale di Cremona. Due donne e due uomini tra i gli eletti del Movimento 5 Stelle. Ma c’è un caso, è quello di Silvia Benedetti, eletta alla Camera nel collegio uninominale di Padova ma fuori dal Movimento per la questione dei rimborsi. Una settimana prima dell’insediamento non aveva ancora rivelato la sua intenzione e quale collocazione cercherà in Parlamento. Francesca Bulinarono, 34 anni, è stata eletta alla Camera nel collegio plurinominale di Verona mentre il giovane Raphael Raduzzi, 26 anni, è stato eletto nel collegio plurinominale di Padova. Eletto al Senato Giovanni Endrizzi, 55 anni.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento