5 milioni gli italiani che passeranno le festività di San marco e 1 maggio al lavoro

Saranno ben 5 mln gli italiani che non festeggeranno le giornate di  domani e del 1 maggio dedicate tradizionalmente a scampagnate e gite fuori porta con amici e famiglia. Infatti ben un occupato su cinque lavorerà. Secondo le rilevazioni della Cgia il settore dove la presenza dei lavoratori nei giorni di festa è più alto è quello degli alberghi e dei ristoranti, per un totale di 688.300 lavoratori coinvolti. Seguono il commercio (579.000, 29,6%), la Pubblica amministrazione (329.100,25,9%), la sanità (686.300, 23%) e i trasporti (215.600, 22,7%).

Secondo questi dati, relativi al 2016, sono precisamente 4,7 mln gli italiani che lavorano di domenica o nei giorni festivi: una buona parte di questi sarà in negozio, in fabbrica o in ufficio anche domani e il primo maggio.

Tra questi 3,4 sono lavoratori dipendenti e gli altri 1,3 sono autonomi (artigiani, commercianti, esercenti, ambulanti, agricoltori, etc.). Se 1 lavoratore dipendente su 5 è impiegato alla domenica, i lavoratori autonomi registrano una frequenza maggiore: quasi 1 su 4.

Lascia un commento