Raid nelle abitazioni, cresce la paura fra i cittadini di Vigonza

Non diminuiscono i furti in abitazione a Vigonza. Dopo mesi oramai di raid spietati ai danni di case, appartamenti e garage, sembra proprio che i ladri a Vigonza abbiano trovato il loro habitat naturale. Nonostante le parole tuonanti di condanna da parte dell’amministrazione comunale verso quest’ultimi, i furfanti con il braccio lungo non sono rimasti minimamente impauriti e la fattualità conferma la continua visita (non gradita) alle residenze dei cittadini vigontini. Gli ultimi casi di furto sono avvenuti poche settimane fa in diverse zone del territorio. Dapprima è stata colpita una delle case in via De Gasperi, dove il bottino è stato alquanto esiguo, perlopiù infatti composto da alcuni oggetti in oro. Poi, è toccato ad un’altra abitazione in via Santo Stefano e qualche giorno dopo questi galantuomini hanno visitato una casa in via Tiepolo a Barbariga di Vigonza.

Non passa giorno senza che qualcuno non avvisi di un furto accaduto da qualche parte. In campagna, di notte, in città, addirittura di giorno, con le chiavi, sembra, eludendo allarmi e inferriate, protezioni e accorgimenti. Il fenomeno è in crescita, è evidente, lo dicono i racconti e le testimonianze dirette dei cittadini che hanno subito in prima persona dei furti nelle proprie abitazioni. Sembra non ci sia posto nelle frazioni di Vigonza, o persona, che non sia stato in qualche maniera sfiorato. I cittadini di questi quartieri si dichiarano ormai esausti di questa tremenda situazione, definita “da far west” da molti, che li costringe Soggiorni estivi per la terza età a chiudersi dentro casa quando calano le tenebre e a convivere con la paura che prima o poi possano essere loro le prossime vittime designate dai banditi. Tutto questo fenomeno di furti viene confermato anche a livello nazionale dall’Istat che certifica che nel 2017 ci sono stati più di 240 mila furti in abitazioni, con oltre 55 mila solo nel Nord-Est del paese. Manuel Matetich

Lascia un commento