Home Veneziano Miranese Nord Nuovo Piano Acque, 19 le zone “critiche”

Nuovo Piano Acque, 19 le zone “critiche”

Sono 19 le criticità idrauliche evidenziate con l’aggiornamento della mappatura della rete di condotte destinate allo smaltimento delle acque meteoriche a Olmo, Maerne e Martellago a cura del Consorzio di Bonifica. Si tratta del nuovo Piano Acque, uno strumento urbanistico che, una volta approvato dal Consiglio, servirà a definire un cronoprogramma d’interventi. Che principalmente saranno di pulizia, ma anche volti alla creazione di collegamenti ora mancanti, oppure al rifacimento di condotte sottodimensionate, rotte o danneggiate. Tanto per fare un esempio le video-ispezioni hanno evidenziato zone in cui le radici degli alberi hanno bucato i tubi, che quindi andranno sostituiti.

Per avere un’idea, i tecnici del Consorzio di Bonifica e del Comune hanno aperto più di 1600 chiusini, rilevando dimensioni e pendenze per ricostruire l’intera rete urbana di tubazioni sotto strade e case, per un’estensione di circa 80 km. Simulando una situazione di piogge straordinaria ecco che è stato possibile individuare le zone più critiche: via Cattaneo, via Gioberti, via Matteotti e via Mazzini a Olmo; via Zigaraga, via Cavino, zona Industriale, via Berti, via Roviego, via Ca’ Rossa, via Ca’ Bembo e via Giorgione a Maerne; via Motte, via Friuli e via Berna, via Trento, via Liguria, via Castellana, Ca’ Busatti e Scolo Bazzera Alta a Martellago. La precedente stesura del Piano Acque, nel 2010, aveva portato alla realizzazione delle aree di laminazione, in via Tito Speri a Olmo, in via Frassinelli a Maerne e in via Trento a Martellago. “A dimostrazione della sensibilità del Comune rispetto al problema idraulico”, spiega Davide Denurchius, capo dell’Ufficio Pianificazione del Consorzio. L’obiettivo del sindaco Barbiero è di dare via libera entro il mandato, per partire il prima possibile con i lavori più urgenti.

(e.cal.)

Le più lette