Rovigo, una città che piace alle bici

1 .600: è questo il totale di ciclisti che in un’ora e mezza accedono al centro storico di Rovigo. Il dato è confermato dai periodici rilevamenti che Fiab Amici della bici di Rovigo svolge sugli accessi ciclabili in direzione e di ritorno dal centro con l’iniziativa Contaciclisti.

Quasi 500 passaggi di biciclette in transito in Largo della Libertà nell’ultima rilevazione del 20 aprile scorso. La via si è rivelata un punto privilegiato per l’ingresso al centro urbano. Seguono gli incroci di via Mazzini con viale Trieste, di viale Silvestri con viale Trieste e di Piazza della Repubblica con 300 passaggi. Meno frequentata, invece, la rotatoria tra via Sacro Cuore e via Badaloni con 200 passaggi (contro i 370 delle precedenti rilevazioni).

In un confronto tra i dati storici, derivanti dai precedenti monitoraggi Contaciclisti, l’Associazione Fiab Amici della bici di Rovigo ha potuto evidenziare una leggera riduzione dei passaggi ciclistici, che calano dopo i quasi 2000 del 31 marzo 2017, registrando 1800 passaggi a maggio 2017 e 1500 a settembre 2017. Secondo l’associazione i dati, per quanto in lieve flessione, confermano una notevole presenza del mezzo a due ruote in ambito urbano.

Il monitoraggio compiuto dall’associazione mette in evidenza anche come il ciclista rodigino continui a preferire un ingresso in centro città affrontando in senso contrario alcune strade, soprattutto via Miani, via Mazzini e via Badaloni. Scelta che, per Fiab Rovigo, andrebbe tutelata realizzando corsie riservate alle biciclette in direzione opposta al senso di marcia, come previsto dal parere del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti nr. 6234 del 21.11.2011.

E’ al terzo anno di vita l’iniziativa FIAB Rovigo Contaciclisti, l’indagine sui passaggi di bicicletta da e verso il centro storico cittadino. Un monitoraggio che si sta svolgendo in quattro momenti dell’anno in corso: dopo il 23 febbraio e il 20 aprile, tocca al 22 giugno e al 21 settembre, in quest’ultimo caso nell’ambito della Settimana Europea della Mobilità.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento