A Mirano apre lo Sportello Informalavoro

A Mirano ha aperto lo sportello Informalavoro, per sostenere i cittadini in cerca di occupazione. Il progetto è stato proposto dagli assessori Gabriele Petrolito (politiche sociali) e Cristian Zara (politiche per il lavoro) ed è realizzato in collaborazione con la Fondazione Opera Monte Grappa, ente accreditato presso la Regione per svolgere servizi di orientamento, accompagnamento, piani di azione individuale per il ricollocamento, tirocini di inserimento e reinserimento al lavoro.

L’iniziativa è partita a fine aprile e si rivolge a tutte quelle persone che hanno fatto richiesta del Rei, il reddito d’inclusione. Le domande pervenute, verranno passate al vaglio e sarà progettato un percorso ad hoc per ogni disoccupato. “La novità – spiega Zara – è la valorizzazione della risorsa più importante, la persona e del suo rapporto con il territorio: lo sportello aiuterà infatti a realizzare una strategia personalizzata per il ricollocamento, basata su alcuni principi: organizzare una ricerca di lavoro efficace, rinforzare le proprie capacità e renderle trasferibili, saper comunicare le proprie competenze e gestire il colloquio”. Per fare questo, ciascun partecipante verrà aiutato a costruire il proprio curriculum in modo strategico, scrivere la lettera di presentazione, fare pratica di colloquio, imparando a gestire sia quelli brevi sia quelli più lunghi e strutturati, infine fare pratica di comunicazione efficace e funzionale, per creare una relazione positiva con l’interlocutore. Inoltre lo sportello punta al coinvolgimento delle realtà produttive e delle associazioni di categoria locali, oltre che dei servizi di incrocio domanda-offerta, per intraprendere un dialogo attivo con il territorio e il mercato del lavoro locale.

“Una buona rete con questi soggetti – conclude Zara – può rendere questa azione generatrice di novità in un territorio che non si sottrae alla responsabilità di affrontare il problema della disoccupazione”. Insomma un ottimo strumento in tempi osì difficili per trovare occupazione.

Filippo De Gaspari

Lascia un commento