Home Rodigino Adria Vaccini: in Polesine quota 97%

Vaccini: in Polesine quota 97%

In Polesine la popolazione si vaccina, presentando una copertura dei piccoli e degli adulti al 97%. Lo confermano il direttore generale dell’Ulss 5 “Polesana”Antonio Compostella, i sindaci e i dirigenti scolastici che il mese scorso hanno fatto il punto sul percorso di attivazione dell’obbligo vaccinale.

“La popolazione – si legge in una nota dell’Ulss Polesana – ha egregiamente risposto. L’Azienda Ulss 5 e il suo territorio sono capofila in Veneto per il grande senso di comunità e di partecipazione al bene di tutti”. È scaduto lo scorso 10 marzo 2018 il termine fissato dalla legge in materia di obbligo vaccinale, che prevede, per chi non abbia adempiuto all’obbligo stesso, il divieto di accesso ad asili nido e scuola infanzia (0-6 anni). Per i ragazzi della scuola dell’obbligo (7-16 anni) scatterà invece la procedura che può portare ad L’Ulss 5 Polesana e il suo territorio diventano “capofila in Veneto per il senso di partecipazione al bene di tutti”. Circa 140 i nuovi vaccinati e 100 i minori con genitori ancora contrari una sanzione da 100 a 500 euro.

“La nostra Azienda, rispetto al quadro delineato, ha già provveduto ad inviare a tutti genitori dei bambini e ragazzi di età da 0 a 16 anni, risultati inadempienti per una o per tutte le vaccinazioni, un appuntamento per la somministrazione dei vaccini mancanti oltre ad avere rilasciato ai numerosi richiedenti i certificati vaccinali” per chi aveva già adempiuto all’obbligo, fa sapere l’Ulss Polesana. In questo modo, le scuole sono nella condizione di poter richiedere a tutti gli iscritti l’esibizione di un certificato o di un invito scritto alla vaccinazione. Nel mese di febbraio, e comunque entro il 10 marzo, l’azienda sanitaria aveva inviato circa 1000 inviti a vaccinazione, tramite raccomandata, distribuendo la data di somministrazione dei vaccini tra marzo e novembre 2018, per consentire a tutti i minori di proseguire la regolare frequenza scolastica. Quanto alle famiglie contrarie al percorso vaccinale. l’Ulss 5 commenta: “Grazie all’intensa e capillare attività di sensibilizzazione del Servizio di Igiene e sanità pubblica, da settembre 2017 a febbraio 2018, hanno iniziato il percorso vaccinale circa 140 minori, percorso che andrà concluso entro il 2018. Sono invece circa 100 – conclude – i minori i cui genitori stanno opponendosi in maniera molto decisa”.

Gaia Ferrarese

Le più lette