Home Rodigino Adria Elezioni Adria, Beltrame: “Rilancio promuovendo cultura e commercio, con sguardo alle frazioni”

Elezioni Adria, Beltrame: “Rilancio promuovendo cultura e commercio, con sguardo alle frazioni”

Sposata con un figlio 19enne, avvocato, 54 “ben portati” come ci tiene a precisare, prima esperienza politico amministrativa: Emanuela Beltrame è la candidata della Lega e di Forza Italia alle prossime elezioni amministrative del 10 giugno.

Il programma della coalizione è un “contratto con i cittadini, dando la precedenza alle cose più importanti e urgenti, ma facendo anche capire che le restanti non verranno trascurate. Sarà nostro impegno principale quello di riqualificare la Città e le Frazioni in tutte le loro realtà”.

Primo punto in lista è la cultura e l’istruzione, con gli spazi pubblici che devono diventare luoghi di aggregazione. Quanto alla scuola, si prevede tra le altre cose la manutenzione degli edifici, sostegno al diritto allo studio, presidi scolastici nelle frazioni, sostegno alle scuole paritarie e all’asilo nido comunale, valorizzazione del Buzzolla. Per la sicurezza si pensa a videosorveglianza, contrasto all’accattonaggio, verifica dei permessi agli stranieri, potenziamento della polizia locale. In materia di sanità, l’obiettivo è di radicare e potenziare i servizi adriesi. Quanto al Csa, in attesa della nuova struttura è necessario reperire le risorse per la manutenzione dell’esistente.

Parallelamente, si vuole garantire nuovi servizi alla cittadinanza e garantire la sostenibilità dei costi per i cittadini. Non manca un’attenzione alle attività produttive e al commercio, con azioni di rilancio tramite sgravi fiscali, distretto del commercio, sostegno al’artigianato e creazione di una Adriacard per acquisti agevolati. Per l’agricoltura, in particolare, si annuncia lotta alla burocrazia, tutela del coltivatore diretto nel passaggio di impresa famigliare in riferimento al pagamento Imu, la promozione di Adria come capitale del food e del cibo di qualità Una consulta dei giovani, spazi per le nuove generazioni, sostegno all’occupazione sono i punti relativi alle politiche giovanili.

In agenda anche la promozione dell’associazionismo. Sul fronte dei lavori pubblici, riqualificazione del centro, dismissioni del patrimonio non utile, recupero dell’edilizia pubblica, manutenzioni stradali e delle aree verdi, ampliamento dei cimiteri, adeguamento del’illuminazione pubblica nelle frazioni.

Infine l’ambiente, con una revisione del sistema di raccolta rifiuti promuovendo la differenziata spinta con un sistema di calcolo tariffario “Paga quanto produci”, monitoraggio del sito Coimpo, nuove piste ciclabili, incentivazione delle energie rinnovabili.

Giorgia Gay

Le più lette