Gli abitanti del Monte Ricco: faremo analisi private per avere risposte

Il movimento Cambiamo Aria si sta organizzando per far fare a un laboratorio privato analisi sui terreni degli abitanti del monte Ricco. L’annuncio è stato dato dagli esponenti del gruppo lo scorso primo giugno durante una serata informativa promossa dagli studenti dell’Istituto Cattaneo Mattei sul tema dell’inquinamento del territorio.

“Ci stiamo muovendo per attivare l’iniziativa” ha confermato l’ambientalista Francesco Miazzi. “Abbiamo contattato una struttura certificata e chiesto un preventivo. In estate speriamo di avere i risultati”.

Il costo delle analisi sarà a carico degli aderenti e ammonta ad alcune centinaia di euro, cifra variabile in base alla scelta di verificare la presenza solo di metalli pesanti, solo di diossina e di Pcb, solo di Ipa oppure di tutte queste sostanze insieme. La volontà è chiara: “Vogliamo dare risposta alle preoccupazioni dei residenti, desiderosi di conoscere lo stato dei loro terreni”. Questa indagine si dovrebbe quindi affiancare a quella “ufficiale”, rappresentata dai carotaggi seguiti da Arpav e dai tecnici incaricati dal Comune (ha chiesto di partecipare con un proprio esperto anche la cementeria) in alcuni luoghi pubblici della zona del monte Ricco.

Cambiamo Aria sta infine premendo anche per ottenere l’avvio di uno studio epidemiologico che si soffermi in modo particolare sull’area attorno alla cementeria.

Davide Permunian

Lascia un commento