La Piazza è il primo giornale certificato in Italia

Sempre prima, La Piazza dal mese di maggio 2018 ha scelto di farsi certificare da Recapito Certo, società di caratura nazionale che ha creato una piattaforma digitale per tracciare le consegne delle copie. Tutte le 15 edizioni entro l’estate aderiranno a questo servizio. Ne parliamo con Valeria Marcato di Givemotions.

Valeria, ci spieghi meglio in cosa consiste questa certificazione?
“Innanzitutto ci tengo a sottolineare che La Piazza ha affidato questo incarico a Recapito Certo, che non è una agenzia di distribuzione, ma un ente terzo, che verifica scientificamente e certifica l’avvenuto recapito delle copie del nostro giornale. Questo per noi è stato fondamentale. Nel dettaglio, i nostri addetti alla distribuzione, nel momento del recapito, scansionano con degli appositi lettori il codice univoco e progressivo stampato in ciascuna copia del nostro giornale. Tutti i codici scansionati vengono trasmessi in tempo reale alla piattaforma di Recapito Certo, titolare della stessa e della tecnologia di rilevazione del dato. Tutti questi codici vengono dunque riportati in mappe catastali e satellitari, come Gis e Google Earth, nelle quali è visualizzabile in tempo reale non solo l’avvenuto recapito, ma anche il numero progressivo della copia recapitata in quel preciso momento!”.

E perché è così importante per La Piazza?
“Perché la certificazione del recapito grazie alla geolocalizzazione della consegna è una grande innovazione, non solo dal punto di vista tecnologico ma anche perché per noi è una garanzia di qualità. Recapito Certo infatti, oltre alla tecnologia, negli anni ha sviluppato anche dei parametri qualitativi, essenziali inizialmente per chiunque voglia aderire al servizio, ma anche mensilmente aggiornati attraverso un punteggio di qualità. Questo per noi rappresenta un orgoglio, perché un ente certificatore garantisce non solo il recapito ma anche la bontà dello stesso”.

Cosa cambierà quindi per il futuro?
“La Piazza anche nel passato mappava le aree di consegna delle copie e verificava l’avvenuta consegna delle sue centinaia di migliaia di copie mensili, che ricordo vengono recapitate a mediamente il 70% delle famiglie residenti nei Comuni che serviamo. Ma da oggi il nostro giornale potrà non solo fregiarsi di questo certificazione, ma potrà anche garantire degli standard qualitativi ottimali e quindi il giusto riconoscimento per tutto il lavoro di centinaia di persone che quotidianamente rendono possibile ogni singola copia di ciascuna delle nostre quindici edizioni. E come è normale che sia, è molto importante per noi e per il futuro dei nostri giornali ricevere mensilmente una certificazione di qualità di recapito da parte di un ente preposto a questo e che dal 2011 si occupa esclusivamente di questo. E’ un importante traguardo per la nostra azienda, per i nostri giornali, per i nostri lettori e per i nostri clienti”.

Lascia un commento