Preside di Cavarzere scioglie il Ccdr per poca responsabilità dei ragazzi

Il Ccdr, organo istituzionale consultivo, creato in alcune località italiane e straniere, è impostato sulla falsariga del Consiglio comunale “adulti”, ma è composto di soli ragazzi e adolescenti.

Nonostante i tentativi effettuati, non siamo riusciti a raggiungere la dirigente scolastica, Sandra Zennaro, ma le motivazioni della decisione sono riportate in una delibera del consiglio d’istituto: “La dirigente informa che si rende necessaria una modifica al Regolamento di istituto e al Patto educativo di corresponsabilità, per quanto riguarda l’uso dei cellulari a scuola. Fatti recenti relativi alla condivisione nei social di foto scattate a scuola, hanno reso obbligatorio lo scioglimento del Consiglio comunale dei ragazzi proprio perché gli studenti non dimostrano di essere responsabili verso compagni, docenti e scuola stessa.

La Preside chiede che il Patto di corresponsabilità sia modificato aggiungendo ‘I genitori si impegnano a non far utilizzare il cellulare a scuola’”. Una decisione drastica, quella della preside, che tuttavia non sembrerebbe aver avuto molte alternative. Le sanzioni disciplinari previste per punire il comportamento di chi aveva violato le regole dell’istituto non sarebbero state accettate da alcuni genitori, che avrebbero difeso senza riserve i loro figli.

Margherita Bertolo

Lascia un commento