Serve una bretella Rovigo – Mardimago – Villadose

“È fondamentale che la Regione Veneto si sieda al tavolo di concertazione con gli altri enti competenti, per realizzare la nuova bretella Rovigo-Mardimago-Villadose e risolvere le criticità legate al traffico veicolare nei centri abitati, alla sicurezza e salute dei cittadini che fanno parte di una comunità di serie A”.

Così la consigliera regionale M5S Patrizia Bartelle, che chiede di riprendere in mano un progetto per alleggerire il traffico pesante. “L’interdizione parziale del traffico a San Martino di Venezze è una risposta significativa, ma non risolutiva. È un bel risultato che fa seguito all’accordo raggiunto dopo una causa che ha visto soccombere il Comune di Rovigo per un’ordinanza simile emessa nel dicembre del 2016” sottolinea Bartelle, che ricorda i fatti: “Un pool di aziende di San Martino di Venezze ed Anguillara Veneta aveva impugnato l’ordinanza avanti al Tar Veneto con l’appoggio del Comune di San Martino di Venezze e della Provinciacon l’effetto della sospensione cautelativa dell’ordinanza. Nell’udienza dell’8 novembre 2017 –racconta – il Tar confermò la sospensione annullando l’ordinanza perché di fatto non ci fu un tavolo di concertazione tra i Comuni di Rovigo, San Martino di Venezze e la Provincia”.

“Il mancato completamento della bretella, iniziata oltre 15 anni fa è da attribuire alle posizioni contrastanti del Comune di San Martino di Venezze e della Provincia sul percorso che avrebbe dovuto avere un tratto strada. Per tale opera la Regione del Veneto stanziò dei fondi, poi ovviamente ritirati – conclude la consigliera -. In seguito ad uno studio presentato attraverso una tesi di laurea datata settembre 2017 si è trovata la soluzione e quindi risolto il dissenso tra Provincia e Comune di San Martino di Venezze”. Quindi, conclude Bartelle, ora questa bretella si faccia.

Giorgia Gay

Lascia un commento