Ariano Polesine: tenta di buttarsi ma viene salvato in extremis dai carabinieri

Venerdì 6 luglio, in tarda serata, la pattuglia della stazione Carabinieri di Ariano Polesine, nel rodigino, e’ intervenuta a Corbola lungo la Strada regionale 495, dopo la telefonata di un cittadino che aveva segnalato un individuo in stato confusionale sul ciglio della strada nei pressi del ponte sul fiume “Po’ di Venezia” che guardava al di sotto della protezione. Alla vista dei militari, il soggetto ha scavalcato la sponda di sicurezza e minacciato di lanciarsi nelle acque sottostanti.

Dopo una breve trattativa, gli operanti sono riusciti a convincere l’uomo a rientrare ma, al sopraggiungere di un familiare, questi ha scavalcato nuovamente la barriera di protezione, intenzionato ancora a lanciarsi. Solo grazie al fulmineo intervento di uno dei carabinieri, che è riuscito ad afferrare l’uomo mentre si stava lasciando cadere nel vuoto, ed il successivo immediato aiuto dell’altro collega, ha permettesso di riportare la persona all’interno della barriera di protezione e salvargli così la vita. L’uomo, un 45enne di Adria, è stato quindi affidato ai sanitari sopraggiunti sul luogo che lo hanno trasportato in ospedale a Rovigo.

Lascia un commento