Camposampiero: l’Assessore ai lavori pubblici Baggio soddisfatto dei progetti realizzati e in cantiere

“Al termine del nostro mandato amministrativo, Camposampiero avrà messo in campo investimenti per oltre 10 milioni”. L’assessore ai Lavori pubblici e Viabilità Luca Baggio illustra gli investimenti e le opere pubbliche approvate, realizzate e progettate durante il mandato della giunta Maccarrone. I lavori pubblici da sempre rappresentano un volano per l’economia di un territorio e sono alla base del miglioramento della qualità della vita e dello sviluppo di una comunità. Le amministrazioni comunali hanno l’onere di costruire e mantenere in sicurezza scuole, strade, piste ciclabili, impianti sportivi, edifici pubblici, e tale obbligo richiede ingenti risorse economiche ma anche una grande capacità di progettazione, coordinamento e realizzazione degli interventi.

A livello nazionale c’è una ripresa degli investimenti in opere pubbliche?

“Purtroppo no. La banca dati delle amministrazioni pubbliche della Ragioneria dello Stato proprio lo scorso 7 maggio ha pubblicato il resoconto dei pagamenti sulle opere monitorate a livello nazionale. Il dato è preoccupante: i pagamenti effettuati dalle amministrazione pubbliche si sono ridotti dai 12,684 miliardi di euro del 2014 agli 8,812 del 2017 ossia circa il 30% in meno. I motivi di questa forte riduzione sembrano essere dovuti all’ulteriore appesantimento burocratico che si è creato con il nuovo codice degli Appalti e con l’istituzione dell’Autorità per l’anticorruzione. Infine ci sono oneri che fino a qualche anno fa non esistevano come ad esempio la costante vigilanza archeologica durante gli scavi e la preventiva valutazione del rischio bellico. Si tratta di costi aggiuntivi per migliaia di euro”.

A Camposampiero com’è la situazione?

“Camposampiero è in contro- L’assessore Luca Baggio tendenza rispetto ai dati nazionali. Sempre la banca delle amministrazioni pubbliche evidenzia come a Camposampiero risultano registrati 43 interventi dei quali 25 in corso e 18 conclusi. Altri di importanti e non ancora registrati sono in progetto (come ad esempio la ristrutturazione dell’ex liceo per un milione di euro). Al termine dei nostri 5 anni di mandato amministrativo Camposampiero avrà messo in campo investimenti per oltre 10 milioni di euro. Un risultato di grande rilievo”.

Quali sono gli elementi che hanno prodotto tale risultato?

“Credo sia dovuto soprattutto a tre fattori. Il primo è stata la capacità di cogliere la finestra che lo Stato ha concesso nell’autunno 2015 di poter utilizzare i finanziamenti bloccati dal patto di stabilità e avviare gli interventi già finanziati con i progetti preliminari ma fermi, come ad esempio l’ampliamento del cimitero di Rustega, la riqualificazione di via Cordenons, la pista ciclabile di via Corso e altri lavori. Il tutto per un recupero di investimenti pari a quasi 3 milioni di euro. Il secondo elemento è stata la prontezza dell’assessore al Bilancio e degli uffici di ricercare bandi e chiedere contributi. Ne sono arrivati tanti per diversi milioni di euro come ad esempio 617.000 per la ristrutturazione dell’ex liceo, 300.000 dalla Provincia per la ciclabile di via Corso, 240.000 per i parco di via San Franceso, 130.000 per la rotatoria di Cà Boldù. Infine come terzo elemento positivo direi il lavoro di squadra fatto dal sindaco con l’Ufficio edilizia privata nel trovare soluzioni adeguate per la stipula di accordi pubblico – privato che da un lato hanno favorito l’avvio di importanti attività nel nostro comune e dall’altro lato hanno permesso di incrementare il patrimonio comunale, a volte anche con opere pubbliche realizzate direttamente dai privati (es. rifacimento di via Meucci nella circonvallazione sud)”.

Lorena Levorato

Lascia un commento