Home Padovano Conselvano A Due Carrare sostegno per i disoccupati: borsa lavoro nelle aziende

A Due Carrare sostegno per i disoccupati: borsa lavoro nelle aziende

Comune e Cisl, con il sostegno economico della Fondazione Cariparo, hanno dato vita ad un progetto rivolto ai disoccupati del territorio per favorirne la ricollocazione lavorativa. All’iniziativa sociale, che coinvolge una decina di imprese locali, partecipano dieci cittadini senza impiego di Due Carrare.

“Il progetto nasce dall’attenzione alle difficoltà di quelle persone che, non trovando lavoro, si rivolgono al nostro comune e che spesso perdono la speranza e si lasciano sopraffare dalla loro situazione – spiega l’assessora al sociale Cinzia Menegazzo – è un’ottima occasione per coinvolgere le aziende del territorio che, in un’ottica di impegno sociale, le rende parte attiva del progetto”. Selezionati dai servizi sociali comunali, i partecipanti al progetto hanno l’obbligo di seguire una serie di incontri formativi, avviati in questi giorni e curati dalla Cisl di Padova Rovigo, con il supporto dell’Associazione Iside Academy.

Quindi, in luglio, partiranno i tirocini retribuiti con la “borsa lavoro” nelle aziende del territorio, della durata di 500 ore da svolgersi entro sei mesi. L’investimento totale per il progetto è di circa 30 mila euro. Il Comune sostiene le spese della parte formativa; la Fondazione Cariparo, tramite il “fondo straordinario di solidarietà per il lavoro”, mette a disposizione le risorse per la copertura delle quote di “borsa lavoro”, con una parte a carico delle aziende. La speranza dei promotori del progetto è che al termine dei tirocini, i partecipanti possano essere assunti nelle aziende aderenti.

“Questo progetto – commenta l’assessora Menegazzo – ci avvicina alle persone e ai loro bisogni, raccogliendo e permettendoci di rispondere alle istanze personali, intercettando necessità di inclusione sociale, che ci permettono di contribuire a facilitarne la risoluzione con un forte collegamento al territorio, che è e deve essere sempre di più terreno fertile per nuove progettualità di rete”.

F.S.

Le più lette