Spinea: parte l’iter per l’assegnazione degli orti urbani

A Spinea, a fine giugno, si è tenuta una prima riunione di ascolto e confronto sul tema degli orti urbani. Nel prossimo consiglio comunale infatti sarà discusso il regolamento che ha lo scopo di garantire il corretto utilizzo delle aree verdi destinate ad orto urbano. Gli orti di proprietà comunale saranno destinati alla coltivazione di piante da frutto, ortaggi, erbe aromatiche, fiori, compatibilmente con finalità sociali, educative, ricreative o terapeutiche e verranno messi a disposizione dei cittadini mediante bando.

In questo modo tutta la città otterrà alcuni importanti vantaggi: presidiare le aree verdi non idonee a parco integrando l’aspetto paesaggistico e quello sociale evitando l’abbandono, l’improprio utilizzo e il vandalismo. Gli orti urbani oltre ad essere importanti sotto il profilo ambientale, hanno un’importante funzione sociale: favoriscono attività all’aria aperta creano nuove amicizie, stimolano il senso di appartenenza. Tutto questo contrasta il disagio, favorisce la nascita di associazioni nel settore orticolo, promuove l’educazione ambientale. Gli orti urbani favoriscono l’espansione di biologico, biodinamico, permacultura, orti sinergici, cioè tutti metodi della agricoltura preindustriale ben conosciuti dai nostri bisnonni che rispettano l’ambiente. L’orto non ha scopo di lucro e i prodotti ottenuti potranno essere destinati solo al consumo familiare o donati.

Il vice sindaco Emanuele Ditadi, con il consigliere delegato Paolo Barbiero e l’assessore al bilancio Piercarlo Signorelli, hanno illustrato la bozza del regolamento che disciplina le procedure di assegnazione, i soggetti ammessi, gli obblighi degli assegnatari. Dopo l’approvazione sarà pubblicato un bando ed i cittadini che diventeranno assegnatari di un appezzamento, firmeranno una convenzione della durata di tre anni.

R.P.

Lascia un commento