Massanzago: il sindaco Scattolin a confronto con i cittadini

Faccia a faccia con sindaco e amministrazione comunale a un anno da fine mandato. Non si sottrae al confronto con i suoi cittadini Stefano Scattolin che in queste settimane, con giunta e consiglieri, sta incontrando la popolazione per presentare, a cuore aperto e in maniera trasparente, quanto fatto, quanto ancora in programma e pure quanto non si è riusciti a fare.

“Confrontarsi, sapere cosa i cittadini si aspettano, suggeriscono, propongono è fondamentale e doveroso per un amministratore – spiega Scattolin –. Altre riflessioni riguarderanno l’impegno del Sindaco, della Giunta e del Consiglio, la Federazione dei Comuni e la sanità nel Camposampierese, la necessità di sostenere la partecipazione responsabile e generosa di cittadini per affrontare altri temi e problemi importanti per lo star bene nel nostro paese e per la sua crescita civile, culturale ed economica.

Scattolin ha illustrato i principali interventi realizzati nell’ultimo anno. A Massanzago: adeguamento per il risparmio energetico nella palestra della scuola secondaria (nuovi serramenti, nuova soffittatura, nuovi corpi illuminanti); riqualificazione area sportiva esterna scuola secondaria; nuovo campo sportivo e per il gioco impianti a nord di via Cavinazzo; realizzazione impianto solare termico spogliatoi del capoluogo; completamento illuminazione ciclabile via Marconi; realizzazione soppalco nel magazzino comunale in zona industriale; riasfaltature di manutenzione straordinaria. A Sandono: miglioramento aree centrali (aiuole, piazzale cimitero); tratto pista ciclabile in centro SP31; riasfaltature di manutenzione straordinaria. A Zeminiana nelle ex scuole – centro aggregativo: adeguamento spazio interno, sistemazione esterna scarichi e marciapiedi con ampliamento funzionale all’utilizzo area verde adiacente; tratto fognatura in via Stradona (Etra) con punti luce da installare; riasfaltature di manutenzione straordinaria.

Scattolin ha poi detto che “dei 30 punti programmatici condivisi nel 2014, non riusciremo a concretizzarne, come avremmo voluto, quattro: il percorso pedonale-ciclabile sull’argine del Muson Vecchio; la progettazione di una sala pubblica-auditorium presso la scuola secondaria; un “grattacielo di solidarietà”, cioè l’incontro tra generazioni per la coabitazione con condivisione di spazi e servizi (la corte rurale coabitata, il progetto dell’Università di Padova in Sandono) e la promozione di tante azioni di coesione sociale con le associazioni di volontariato.

Nicoletta Masetto

Lascia un commento