Nomine Asm, il Pd Rovigo si spacca su Riccardi

Non erano trascorse nemmeno 24 ore a seguito della nomina del Cda di Asm Rovigo Spa, che il Partito Democratico ha subìto una spaccatura al suo interno. La causa si ritrova proprio a seguito delle tre nomine di consiglieri, tra cui figura il nome di Virna Riccardi, segretario del circolo Pd di Rovigo. La notizia della designazione è arrivata ai colleghi del circolo Dem come un fulmine a ciel sereno, tanto da spingerli a emettere un comunicato stampa per esprimere il proprio disaccordo e l’allontanamento da questa scelta.

“Siamo rimasti sorpresi e profondamente contrariati apprendendo dagli organi di stampa della nomina di Virna Riccardi nel Cda di Asm Spa. Una decisione assunta senza alcuna consultazione, e già questo la dice lunga sulle motivazioni che potremmo definire private e di corrente che la sottendono” hanno dichiarato Giorgia Businaro e Andrea Borgato, in linea con la posizione del coordinamento provinciale Pd che ha espresso contrarietà alla nomina. In disaccordo il coordinamento comunale Dem di Rovigo presieduto da Tosca Malagugini che, ad una settimana dalla nomina, si è riunito per approvare il documento d’ingresso della Riccardi in Asm Rovigo, ritenendo che “la presenza di un componente di minoranza nel Cda sia di pertinenza politica dell’unione comunale di Rovigo come diritto-dovere di partecipare alla vita politica ed istituzionale della città non solo continuando a svolgere il proprio ruolo di opposizione”.

Insomma il Pd rodigino non riesce a restare unito: dirigenti provinciali e coordinamento comunale sono agli antipodi, portando ancora di più alla deriva un partito che invece dovrebbe consolidarsi sempre più come alternativa di governo del capoluogo.

Lascia un commento