Risorse per turismo e sviluppo nella Bassa Padovana

Prosegue il Programma di Sviluppo Locale del Gal Patavino: gli ultimi bandi si focalizzano sull’innovazione nel mondo agricolo e la diversificazione delle imprese. A fronte di contributi per oltre 560 mila euro, gli investimenti saranno di circa 910 mila euro. Per quanto riguarda l’innovazione sono stati sostenuti quattro progetti. Uno si inserisce nell’iniziativa “Le nuove energie, la nostra accoglienza” e ha per referente il Comune di Agna. Il gruppo di lavoro coinvolto si impegnerà a sviluppare la filiera della biomassa agricola a partire da un problema molto sentito nella zona: la gestione delle ramaglie derivate dalla potatura di viti e olivi.

Nuovi processi e azioni pilota dedicate al comparto agricolo locale sono al centro degli altri tre progetti. I soggetti capofila sono rispettivamente il Consorzio per la Tutela dei Vini Merlara Doc, il Consorzio Volontario per la tutela dei Vini dei Colli Euganei e la società cooperativa Padagri Agricola Padovana. Tutte queste quattro iniziative hanno diversi partner, tra cui l’Università di Padova.

Per promuovere la diversificazione, poi, il Gal ha assegnato risorse anche a cinque aziende agricole, andando a sostenere interventi volti soprattutto a implementare l’attività agrituristica. Ad oggi l’ente guidato dal presidente Federico Miotto ha distribuito oltre due milioni e 700 mila euro, generando investimenti sul territorio che superano i quattro milioni di euro. A settembre sarà pubblicato un nuovo bando rivolto alle aziende agricole.

Davide Permunian

Lascia un commento