Saonara: con i nuovi velobox arrivano tante multe

Ventiquattro multe in una sola settimana, la prima di attivazione, nonostante la presenza di una pattuglia della Polizia Locale e due vistosi cartelli a segnalarne il funzionamento. Ha colpito diversi automobilisti indisciplinati l’installazione in via sperimentale di tre velobox nelle vie Vittorio Emanuele II, Caovilla e Zago.

L’attivazione degli impianti era stata decisa pochi mesi fa dal sindaco Walter Stefan dopo le lamentele di non pochi residenti, stanchi della velocità eccessiva dei veicoli nel centro abitato. Dodici delle ventiquattro sanzioni, sono state elevate in via Vittorio Emanuele II, una delle strade saonaresi a maggiore intensità di traffico, dopo la Strada dei Vivai; altri dieci automobilisti sono stati “pizzicati” in via Caovilla, tra Saonara e Sant’Angelo di Piove di Sacco, e altri due in via Zago, centro di Villatora.

La sperimentazione dei velobox durerà sei mesi: al termine del periodo l’amministrazione comunale deciderà se installarne di nuovi in altre strade comunali. Intanto l’effetto “deterrenza” è già stato ottenuto: nelle strade dove campeggiano gli scatoloni arancio dei velobox la velocità dei veicoli si è già abbassata, a detta degli stessi residenti.

“Il nostro principale obbiettivo era la sicurezza stradale, non certo fare cassa, altrimenti avremmo installato gli apparecchi fissi lungo la strada dei Vivai, come fanno altri Comuni – precisa il sindaco Walter Stefan – Ora con la Polizia Locale intensificheremo i controlli in orari serali e notturni, anche impiegando il telelaser mobile, con lo scopo, ribadisco, di evitare incidenti forieri di disgrazie”.

Patrizia Rossetti

Lascia un commento