Home Veneziano Miranese Sud Spinea: i residenti bocciano il doppio senso di marcia in via Alfieri

Spinea: i residenti bocciano il doppio senso di marcia in via Alfieri

I residenti di via Vittorio Alfieri dicono no al doppio senso di marcia della strada. I cittadini hanno scritto una lettera all’amministrazione comunale, ad aprile avevano chiesto un incontro con il responsabile della viabilità ma senza riscontro, e così nella lettera hanno spiegato i motivi per i quali la strada non è idonea al doppio senso di marcia; tra questi il rischio causato dai due dissuasori che portano gli automobilisti a continue frenate e partenze a razzo, creano polveri sottili mal tollerate dagli abitanti.

La strada è priva di piste ciclabili e, l’unico tratto di marciapiede presente si trova in un solo lato ed è impraticabile perché realizzato 40 anni fa. I dissuasori in muratura creano un senso unico alternato che dovrebbe costringere le auto a rallentare, rispettando la velocità di 30 km orari (previsto nella Zona 30 definita come tale nel Put). In realtà si sono rivelati pericolosissimi perché posti in corrispondenza degli accessi privati, e le auto in transito, dovendo eseguire una doppia curva, rasentano l’uscita dai cancelli di abitazioni e garage. Inoltre, le auto ferme per aspettare l’alternanza del transito, emettono polveri sottili inquinanti e dannose per la salute, nonché rendono difficoltosa l’uscita dalle vie laterali, come ad esempio via Ariosto.

Tra le altre problematiche sono elencati: il quartiere Dante ,chiuso fra tre sensi unici (via Matteotti, via D’annunzio e via Bennati) che deve permettere il deflusso del traffico locale che prima si riversava principalmente in via Matteotti; la mini rotonda posta su via Roma in corrispondenza di via Alfieri pericolosa perché non sono rispettate le precedenze. Un’ordinanza conferma la pericolosità di via Alfieri ed istituisce il divieto di transito sul tratto di strada compreso tra via D’Annunzio e via Grossi, ai non residenti e/o domiciliati.Il divieto non è fatto rispettare dagli organi preposti e vi transitano non solo auto, ma anche furgoni, camion di notevoli dimensioni con carichi.

La conclusione della lettera chiede che sia fatto rispettare il divieto di transito su via Alfieri, ai non residenti. Il 19 giugno, una delegazione di 5 abitanti è stata ricevuta dal sindaco Checchin il quale ha confermato la validità dell’ordinanza del 24 aprile 2008 e promesso che avrebbe provveduto a farla rispettare appena possibile.

Roberta Pasqualetto

Le più lette