Un polo museale in villa Fapanni-Combi a Martellago, per mostre itineranti ed eventi delle associazioni

Tra i progetti di rilancio di Martellago, anche della vita culturale, c’è l’idea di dar presto vita ad un vero e proprio polo museale in villa Fapanni-Combi. Una delle perle storico architettoniche del paese e il cui edificio settecentesco, nelle intenzioni della nuova giunta guidata da Andrea Saccarola, ma anche e in particolar modo in quelle del vicesindaco e assessore al Polo Museale Alberto Ferri, dovrebbe essere messo a disposizione della comunità per l’allestimento di mostre, temporanee o itineranti, oltre che di eventi legati al mondo delle associazioni locali.

“L’idea è di dare lo spazio che si meritano ai reperti del nostro territorio con un’installazione permanente che possa attirare visitatori anche da tutta la regione – ha anticipato il primo cittadino. Ma in più vorremmo anche creare una rete con altri Comuni per organizzare e ospitare, ad esempio di sei mesi in sei mesi, esposizioni provenienti anche da altre città”. Il progetto, nei dettagli ancora da definire, rappresenterebbe una novità anche nell’ambito degli itinerari turistici legati alle ville venete.

“In arrivo inoltre per il mese di settembre – conclude il sindaco – l’atteso riconoscimento per la Proloco di Martellago, che potrà così finalmente assumere il coordinamento di tutti gli eventi sul territorio”. Insomma n bel piano di rilancio del territorio e delle attività legate al turismo.

E.Cal.

Lascia un commento