Cadoneghe: ritorno a scuola con gli edifici messi a nuovo

mensaCon l’inizio del nuovo anno scolastico, molti dei 1556 alunni dell’istituto comprensivo di Cadoneghe rientreranno in classe trovando scuole migliorate e rinnovate. La maggior parte dei lavori, effettuati durante la stagione estiva – non appena conclusi gli esami di stato della secondaria di primo grado, per non disturbare lo svolgimento delle lezioni – è stata ultimata in questi giorni.

«Una buona parte delle risorse economiche è stata riservata per risistemare le diverse coperture danneggiate dalla grandine – sottolinea Paola Venturato, assessore alla scuola del comune di Cadoneghe – Poi si sono svolte in tutte le scuole piccole manutenzioni riguardanti luci, parti elettriche, maniglioni antipanico; si è inoltre provveduto a una nuova disinfestazione dalle zanzare. Ma numerosi sono anche i veri e propri lavori di sistemazione compiuti in non poche scuole del comune». Nella primaria “Falcone-Borsellino” si sono realizzate una nuova mensa, che verrà ultimata entro la fine dell’anno, struttura collegata alle classi attraverso un corridoio, per garantire la sicurezza e la serena agibilità a tutti gli scolari; un’aula informatica e un’aula per le attività artistiche; si è provveduto a migliorare l’impianto elettrico e il riscaldamento. In previsione di spesa per questa scuola vi sono inoltre la realizzazione di una pensilina all’esterno e l’ombreggiamento dei lucernari.

Nella primaria “Giulio Zanon” è stato rifatto l’impianto di riscaldamento, per tutelare la tranquillità degli alunni e garantire un buon risparmio energetico al comune. Nella secondaria “Don Milani” sono stati costruiti due nuovi bagni per i ragazzi al piano terra e al primo piano, completati per l’avvio dell’anno scolastico. In entrambi i piani vi sono anche i servizi, con relativi antibagni, per alunni con disabilità. Inoltre si è proceduto all’eliminazione del problema delle infiltrazioni d’acqua. Nella scuola per l’infanzia “Girasole”, in cui si desiderano migliorare le cerniere e i sistemi di chiusura delle finestre, si è proceduto in via sperimentale in un’aula con un nuovo sistema (da eventualmente adottare anche nelle altre classi). Inoltre si sono sistemati i servizi e le uscite d’emergenza dello stadio “Martin Luther King”.

«Anche quest’anno sarà garantito dal comune il trasporto per gli allievi della secondaria di primo grado – aggiunge l’assessore Venturato – E nelle tre scuole primarie, dove richiesto almeno da otto genitori, ripartirà il servizio di prescuola, con l’apporto degli educatori di una cooperativa sociale. Il comune, infine, attraverso l’assessorato all’istruzione e l’assessorato ai servizi sociali, ha offerto la realizzazione di un progetto educativo-didattico in verticale, che coinvolga ragazzi di diverse fasce d’età e approfondisca tematiche inerenti al programma didattico con importanti risvolti legati alla comunità».

Lascia un commento