Campolongo vince il “Palio del Ruzante” e dona il premio a “Team for Children”

La quattordicesima edizione del “Palio del Ruzante”, svoltasi a Fiesso d’Artico domenica scorsa in un assolato pomeriggio, è stata vinta dalla squadra di Campolongo Maggiore. Il premio di 500 euro sarà devoluto a “Team for Children” a favore dei bambini malati di cancro. I tiranti, che in questa edizione partecipavano con il colore blu della cinta, hanno di gran lunga distanziato le altre squadre dei comuni rivieraschi, concludendo la loro gara con il tempo di 3 minuti circa.

La competizione, fulcro della gara e preceduta da un lungo corteo storico formato da centinaia di persone in costume medioevale e provenienti dai vari comuni, consiste nel trainare con una corda dalle rive un grande e pesante “burcio” al centro del naviglio Brenta; due le manches disputate a favore di corrente e contro. La squadra di Campolongo, oltre a vincere alcuni omaggi enogastonomici e conquistare il palio, pregevole pittura realizzata quest’anno dalla pittrice Maristella Martellato e che troverà spazio presso il municipio, ha vinto un premio in denaro pari a 500 euro.

Il premio è stato ritirato dall’Assessore alla cultura di Campolongo Mattia Gastaldi che ha voluto sottolineare la propria soddisfazione per il risultato ottenuto e complimentarsi con la squadra di tiranti. Questi i nomi dei “tiranti”: Boscaro Riccardo, Colombo Pietro, Daniele Fabio, Gottardo Riccardo, Mion Giuseppe, Mosco Louis, Panizzolo Alessandro e Sporzon Massimo. La squadra all’unanimità ha deciso di donare l’intero importo del premio all’Associazione “Team for Children onlus”, realtà locale che da anni collabora con i medici del reparto di Oncoematologia Pediatrica dell’Ospedale di Padova, fornendo materiale didattico, sostenendo l’acquisto di materiale elettromedicale, finanziando contratti di lavoro di medici oncologici e sostenendo psicologicamente ed economicamente le famiglie dei bambini e dei ragazzi malati.

Entusiasta del bel risultato anche il sindaco Andrea Zampieri “Ringrazio questi ragazzi per aver rappresentato il nostro comune mettendosi in gioco e spendendosi, anche fisicamente, in questa competizione; ragazzi dal cuore d’oro che con la loro scelta, di devolvere il premio conquistato, ci dimostrano come sia possibile fare del bene verso chi vive momenti difficili. Ringrazio sentitamente anche i volontari dell’Associazione Anteas che si sono prestati come figuranti nel corteo storico; ringrazio infine anche l’Assessore Gastaldi perché fin dall’insediamento di questa amministrazione ha creduto a questa iniziativa inserendola nella programmazione estiva degli eventi, spendendosi nell’organizzazione fino ai soddisfacenti risultati di quest’anno”

Lascia un commento