Due Carrare, terza corsia: progetto inutile

La terza corsia del tratto Monselice- Padova sud dell’autostrada A13 non serve ed è dannosa. È perentoria la presa di posizione dei comitati “Lasciateci respirare”, “No terza corsia A13 Padova Monselice”, dell’associazione “La Vespa” di Battaglia Terme e di un gruppo di cittadini, che nelle scorse settimane hanno depositato un ricorso straordinario al Capo dello Stato contro i ministeri dell’Ambiente, del Turismo, dei Trasporti, delle Finanze, dell’Interno, la Regione Veneto e Autostrade per l’Italia per l’annullamento del provvedimento di Valutazione di Impatto Ambientale del progetto.

L’intervento prevede la realizzazione della terza corsia nel tratto autostradale compreso tra lo svincolo di Monselice e l’interconnessione della A13 con la A4, per uno sviluppo complessivo di circa 12.25 km, la maggior parte dei quali ricadenti nel territorio comunale di Due Carrare.

“Questa terza corsia rappresenta un’opera inutile e dannosa – dichiarano i promotori del ricorso -, destinata a peggiorare le condizioni di salute dei residenti, ad incrementare il traffico su gomma e il consumo di suolo e a devastare centinaia di attività agricole, aumentando il rischio idraulico di tutto il territorio”. Secondo il fronte del no, l’ampliamento del tratto autostradale è un’opera superflua, in virtù anche del volume di traffico che la percorre. “Dai dati forniti si osserva che nelle tratte tra Monselice e Padova è in atto un decremento a partire dal 2011 – precisa il fronte del no alla terza corsia -, sia per effetto della recessione economica, sia per l’apertura di nuove strade concorrenziali. Anche le stime più ottimistiche prevedono per il 2040 un incremento di traffico di poco superiore a quello registrato nel 2010”.

Francesco Sturaro

Lascia un commento