Noale: un gruppo contro la violenza di genere

Noale apre un servizio per aiutare gli uomini che picchiano le donne: un percorso difficile che si intraprende per amore e che a volte non va a buon fine. Oltre ai casi di uomini violenti e incorreggibili, esistono anche persone che, consapevoli di avere un problema, decidono di affrontarlo e di risolverlo. Per questo motivo nasce un nuovo servizio pensato proprio per gli uomini che vogliono evitare in futuro comportamenti aggressivi nei confronti della partner.

Il nuovo polo rivolto a persone con problemi di violenza familiare si chiama “Gruppo responsabilità uomini” (Gru) e nasce dalla collaborazione tra Ulss 3 “Serenissima”, Comune di Noale e Cooperativa Iside, attraverso l’esperienza degli sportelli “Estia” a Venezia e terraferma e “Sonia” a Noale e nel Miranese.

“Per contrastare la violenza – dichiara Giorgia Fontanella, presidente della Cooperativa Iside, che opera nel settore da oltre 12 anni – è necessario un intervento complesso che restituisca ad ognuno la responsabilità delle proprie azioni nelle relazioni maltrattanti. Abbiamo l’intento di innescare cambiamenti collettivi senza mai discostarsi dalla convenzione di Istanbul, la cui priorità è il benessere della donna e dei minori”.

Il fenomeno della violenza sulle donne è sempre più presente nelle nostre società. “E’ trasversale e diffusissimo – dichiara Annamaria Tosatto, delegata alle Pari opportunità di Noale – va affrontato in modo sistematico sia dal punto di vista culturale, sia nel concreto, per dare delle risposte a questa drammatica realtà. Da un punto di vista culturale il percorso è combattere gli stereotipi di genere, educare alle differenze, al rispetto dell’altro”. Il servizio sta già operando come uno spazio di confronto, ricerca e riflessione “al maschile” sulle ragioni della violenza, promuovendo eventi e percorsi culturali di emancipazione maschile dalla logica della violenza.

(e.c.)

Lascia un commento