Rovigo: “Controlli e dimissioni di Saccardin”

“Finalmente agli annunci sono seguiti i fatti: è stata infatti emessa, con un mese di ritardo rispetto a quanto previsto inizialmente, l’ordinanza riguardante il divieto al traffico pesante in Viale dei Mille a Mardimago. Non essendo ancora esecutiva, attendiamo che lo diventi per dirci soddisfatti”. Questo il commento del Presidente del Comitato “Vivi Mardimago” Giuliano Bernardinello.

“Siamo consci che il corpo dei vigili sia ridotto all’osso, ma un’intensificazione dei controlli avrebbe effetti positivi non solo sul rispetto di questa nuova norma – insiste però il Comitato -, ma anche sul rispetto dei limiti di velocità da parte degli automobilisti, che spesso scambiano Viale dei Mille per un circuito”.

“I limiti di velocità esistenti non bastano, occorre punire pesantemente chi li viola – continua Bernardinello -. Qualora non venissimo ascoltati su questo punto ci vedremmo costretti ad intraprendere nuove azioni di protesta civile, perché riteniamo di dover preservare la salute e la sicurezza nostra e dei nostri figli ad ogni costo”. Nel frattempo, una forte polemica si è accesa con l’assessore ai Lavori Pubblici Gianni Saccardin, tanto da spingere il Comitato a chiederne a gran voce le dimissioni.

“Abbiamo appreso con stupore la risposta scritta all’interrogazione comunale del consigliere M5S Francesco Gennaro in merito alla possibilità di riasfaltatura di Viale dei Mille – fa sapere il presidente -. Tale opera risulterebbe necessaria per eliminare dossi e buche causanti rumori e vibrazioni e createsi a causa del traffico, specialmente quello pesante. Nei fatti l’assessore ritiene, a seguito di sopralluogo effettuato il 27 luglio scorso, che “Via dei Mille non ha le necessità di altre vie alle quali darebbe maggiore priorità”, in quanto ha “verificato che il manto stradale complessivamente non è un disastro come in altre vie”, pur constatando che “ci sono sicuramente tratti in Via dei Mille in cui alcune pezzature mostrano segni di usura e qualche tratto mostra segni di “retinazione” o avvallamento, da meritare considerazione”.

Il Comitato, non volendo ravvisare la malafede nel riscontro dell’assessore Saccardin, è convinto che solo con modestissime competenze e superficialità si potrebbero fare tali affermazioni” attacca il Comitato affermando che l’assessore “dimostra di non essere in grado di comprendere le problematiche dei cittadini. In fin dei conti si tratta di questioni non presunte, ma accertate da anni e di cui ci farebbe piacere non parlare, prima o poi, in quanto risolte”. Una buona notizia, intanto, è arrivata sul fronte della discarica di fluff: “Abbiamo appreso dalla stampa che finalmente la Regione ha stanziato il milione di euro necessario per la bonifica. È un primo passo nella giusta direzione per risolvere i problemi della frazione e spero non rimanga l’unico – insiste Bernardinello -. Ringrazio tutti coloro che si sono adoperati per sbloccare l’impasse. Auspico che ora si possa senza ulteriori ritardi dare avvio alla bonifica di modo da cancellare quello che è senza dubbio uno scempio a livello ambientale. Invito il Comune a comunicare la data di inizio lavori appena verrà stabilita, sperando non vi siano altri intoppi. Il Comitato continuerà a vigilare”.

Giorgia Gay

Lascia un commento