Scuola, Zaia: “Un nuovo anno da mettere a frutto per crescere nel sapere e nel rispetto”

“Domani ricomincia un nuovo anno scolastico: buona ripresa a ragazzi e insegnanti, ma anche ai genitori, anche loro protagonisti dell’avventura scolastica”. Alla vigilia del suono della prima campanella delle scuole in Veneto, il presidente della Regione Luca Zaia rivolge un pensiero affettuoso e augurale ad alunni e docenti, nonché alle loro famiglie.

“Rivolgo un augurio speciale a chi fa ingresso per la prima volta nel mondo della scuola – prosegue Zaia – agli alunni di prima elementare e ai nuovi insegnanti: domani saranno i più emozionati, i più frastornati, ma anche i più incuriositi e speranzosi. Accogliamoli con entusiasmo, fiducia e spirito di collaborazione, perché i primi passi sono spesso quelli decisivi”.

“A tutti gli altri, a chi rientra dopo le vacanze e a chi inizia un nuovo ciclo o percorso scolastico auguro ‘buon lavoro’: mettete a frutto i vostri talenti, coltivate interessi e curiosità e non abbiate mai a pensare che il tempo trascorso sui banchi di scuola sia inutile o noioso. E’ nel gruppo-classe, e nella comunità scolastica, che ci si allena alla vita, a diventare persone responsabili, capaci di un pensiero libero e autonomo e di rispettoso confronto. Che il nuovo anno – conclude il governatore del Veneto – sia un bell’allenamento al dialogo reciproco, tra ragazzi e docenti, tra scuola e famiglia, nel rispetto dei ruoli e guardando alla meta finale: crescere, tutti,  nella conoscenza, nell’amore per le cose belle e nella capacità di saper scegliere”.

Lascia un commento