Un sito per monitorare il territorio vigotino

Decine di “Mi piace”, centinaia di condivisioni e migliaia di visualizzazioni. Sono con questi numeri che su Facebook il comitato sicurezza Vigonza, tramite la pagina Tg Sicurezza Vigonza, ha festeggiato nelle scorse settimane il primo compleanno dalla propria nascita. Nato dalla comunione d’intenti e d’idee di Filippo Pastore (Movimento 5 Stelle) e Damiano Gottardello (Forza Italia), due consiglieri comunali vigontini di minoranza, lo scopo del neo comitato sicurezza, e soprattutto della pagina creata ad hoc su Facebook, è quello di informare i cittadini di Vigonza di tutte le notizie che riguardano il territorio in merito all’importante tema della sicurezza.

Come dichiarato dai due consiglieri: “Vogliamo raccontare quello che non viene raccontato, le iniziative e le battaglie contro questa amministrazione che non ci tutela. Cercheremo di fare del nostro meglio per cercare di rendere il territorio comunale più sicuro. Anche se alcuni temi siamo distanti politicamente, la nostra priorità è il bene di Vigonza”. E l’ultimissimo video che in queste settimane sta spopolando in rete riguarda proprio la situazione di degrado in cui versa Vigonza. Il video denuncia in questione è stato girato in zona Busa di Vigonza vicino a un importantissimo centro di prototipia e produzione di calzatura femminile a marchio moda internazionale. Il video mostra il totale abbandono dei marciapiedi invasi da piante e alberi cresciuti indisturbatamente, che bloccano il passaggio pedonale e diventano l’habitat naturale di zanzare e altri temuti insetti.

La preoccupazione è che questi luoghi possano far continuare l’allarme zanzare nel comune di Vigonza, che versa già in condizioni non ottimali. “Oltre all’ottima pubblicità per il nostro territorio, in realtà, ciò che ci preoccupa maggiormente è il degrado evidente in cui Novità per la raccolta dei rifiuti versa Vigonza. – dichiara Pastore. Avevamo denunciato l’amministrazione in consiglio comunale. Questo stato delle cose alimenta l’emergenza sanitaria che dobbiamo affrontare con fermezza e prontezza: la diffusione del virus #Westnile attraverso le zanzare!”

Manuel Matetich

Lascia un commento