Vaccini, caso del bambino impossibilitato andare a scuola. Donazzan: “Si trovi una soluzione”

Sul caso del bambino, residente nel padovano,  guarito dalla leucemia, ma impossibilitato a frequentare la scuola a causa della presenza in classe di altri studenti non vaccinati, interviene l’assessore all’Istruzione della Regione Veneto Elena Donazzan.

“Esiste per questo bimbo il diritto di andare a scuola e a frequentarla come tutti i suoi coetanei,  non solo quello di alcuni genitori di non vaccinare i propri figli” afferma. “Si sta impedendo a questo ragazzo, forte e determinato al punto di sconfiggere una malattia bruttissima come la leucemia, di tornare nella sua scuola,  in funzione di una libertà che condanna gli immunodepressi ad una vera e propria prigione”.

“Spero in un ripensamento della norma a livello nazionale- conclude l’assessore alla scuola del Veneto –  che tenga conto anche di questi casi, perchè la libertà del singolo non può precludere quella degli altri. Spero inoltre nel breve termine venga individuata una soluzione che consenta a questo giovane guerriero la possibilità di tornare sui banchi di scuola assieme ai suoi compagni”.

Lascia un commento