Morgano: una discarica abusiva nell’ex cava

Spunta una discarica abusiva nel ventre dell’ex cava Colombera, sul confine tra Padernello e Santa Cristina, oggi al centro delle polemiche per un progetto di ricomposizione agraria che prevede il riempimento dei 54mila metri quadrati del vecchio sito estrattivo con terre da scavo, che potrebbero arrivare anche dai cantieri della superstrada Pedemontana. La denuncia parte da Carlo Boscardin. “Lì è emersa una considerevole quantità di sacchetti contenenti rifiuti indifferenziati – spiega il capogruppo della lista di opposizione Morgano Futura –.

Sono stati lanciati negli anni da qualcuno che, conoscendo lo stato di abbandono e mancata custodia della Colombera, utilizzava la cava come una comoda discarica”. Parole che si abbattono come un fulmine sulle polemiche riguardanti il futuro del sito. L’area è stata acquisita dalla Cazzaro movimenti terra. La pulizia è già iniziata. Gli ambientalisti, però, non l’hanno presa bene. Puntano il dito contro l’operazione che non esitano a definire di disboscamento.

“Ma è stata proprio la pulizia a portare alla luce la montagna di sacchetti – sottolinea Boscardin –. Viene il dubbio che le polemiche siano state sollevate da chi sapeva cosa c’era sotto a quei rovi”. Il clima è incandescente. Perché, oltre ai lavori per fare piazza pulita, i residenti nella zona non nascondono i propri timori davanti al progetto di ricomposizione agraria annunciato per la Colombera. C’è la paura che sulla carta possa anche essere tutto in regola. Ma che poi non vengano fatti i dovuti controlli sul materiale che andrà a riempire la voragine dell’ex cava per escludere in modo totale il rischio di inquinamento.

A fronte di questo, il sindaco Daniele Rostirolla ha deciso di scrivere una lettera a tutti i cittadini. Per tranquillizzarli. “Non ci sarà alcuna attività pericolosa: non arriveranno rifiuti né niente di simile – assicura – la cava sarà semplicemente ricomposta dal punto di vista agrario con terre che verranno giudicate compatibili attraverso precise analisi chimiche. Non c’è niente da temere. Da parte nostra, controlleremo sempre tutto fino all’ultima virgola”.

Mauro Favaro

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento