Quarant’anni di biblioteca a Cavarzere

Quarant’anni fa apriva per la prima volta le porte la biblioteca comunale di Cavarzere. Una ricorrenza che non poteva passare inosservata: la biblioteca è da sempre luogo di ritrovo, oltre che di studio e punto di riferimento per gli appassionati della lettura. Inaugurata il 4 giugno del 1978, su iniziativa dell’amministrazione comunale dell’epoca (e in particolare dell’assessore alla Cultura e Istruzione Liana Isipato) nella vecchia sede di Piazzetta Mainardi, nel palazzo che ospitava la Pretura, il servizio partì con un patrimonio librario iniziale di 350 volumi.

“Il lavoro da affrontare era notevole per il Comitato di Gestione di quel tempo, presieduto dall’insegnante Sonia Cappon, si doveva incrementare il patrimonio bibliografico, cercando di spaziare nelle varie discipline e con particolare attenzione ai classici, alla narrativa e ai libri per ragazzi con l’intento di avvicinare un maggior numero di persone di varie età e di formazione culturale alla lettura” ricorda oggi l’amministrazione comunale. Oltre al prestito librario si aggiunse un’ opera di promozione culturale e la biblioteca divenne “il centro propulsore di tutta una serie di iniziative che vanno dai concerti alle conferenze alle gite culturali, dalle mostre agli incontri con l’autore e molto altro ancora. Ruolo che si è rafforzato ulteriormente dal 1989 con il passaggio alla nuova sede di Palazzo Danielato, che è tutt’oggi (specie dopo l’inaugurazione del teatro “Tullio Serafin”) il polo delle attività culturali di Cavarzere” continua il Comune.

Per ricordare i 40 anni della biblioteca l’assessorato alla Cultura ha organizzato, con il patrocinio dell’Associazione Italiana Biblioteche, una serie di iniziative per ricordare le tappe più importanti del percorso e, con l’occasione, per fare una riflessione sull’importanza che ha una biblioteca comunale, insieme ad altre istituzioni culturali, nel tessuto sociale e culturale di una comunità. Per celebrare la ricorrenza il Comune ha allestito una mostra storico-fotografica (realizzata in collaborazione con il Fotoclub Cavarzere) sulle attività della biblioteca in questi quarant’anni, aperta fino al 21 ottobre. Sono stati organizzati anche un convegno “Biblioteca; a chi serve, a cosa serve?”, un concerto e un open day.

Nel mese di novembre si svolgerà invece un ciclo di incontri con l’autore. “Ricordare i quarant’anni della nostra biblioteca significa ripercorrere quarant’anni di vita della nostra comunità, ma anche prendere consapevolezza di quanto sia importante per una comunità la dimensione culturale – commenta l’assessore alla Cultura della Città di Cavarzere Paolo Fontolan, nel ringraziare quanti negli anni hanno sostenuto la biblioteca –. La biblioteca comunale da quarant’anni svolge un ruolo fondamentale, contribuisce a rendere migliore Cavarzere, offrendo ai cavarzerani, attraverso la cultura, occasioni di crescita. Questa ricorrenza deve essere non solo un traguardo, ma anche un punto di partenza per affrontare nuove sfide”.

Giorgia Gay

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento