Replica della sindaca Mauri: “Piano di Rivà, investimento sullo sport”

“Non si tratta di un debito elettorale l’intervento di riqualificazione del campo di calcio di Piano di Rivà”. Esordisce così la sindaca di Ariano Polesine Carmen Mauri nel rispondere alle accuse mosse dal gruppo consigliare Noi per Ariano e riportate nel precedente numero del nostro giornale.

“Si tratta di un investimento sullo sport e sulla socialità a Piano, reso possibile dalla disponibilità della curia vescovile di Adria-Rovigo. L’impianto sportivo della frazione citata è l’unico campo non ancora di nostra proprietà, che necessita di lavori urgenti come la realizzazione di servizi igienici e l’ampliamento di parcheggi per addetti al lavoro pubblico. Credo che un investimento del genere sia quanto di meglio si possa fare per sostenere lo sport, il volontariato locale e le politiche giovanili. Possiamo infatti vantare una squadra di calcio al campionato provinciale Uisp, nata nel 1982”.

“Per realizzare l’opera useremo parte del nostro avanzo di amministrazione, senza fare debiti, procedendo con gradualità, a step, e non meno importante, aiutando una comunità e una parrocchia che tra l’altro è nel pieno dei lavori di ristrutturazione della sua chiesa, danneggiata fortemente dal fortunale del 10 agosto del 2017” commenta la sindaca.

“Le due consigliere di Noi per Ariano- conclude – dimenticano che poco prima di chiudere la loro esperienza di sinistra al governo arianese, oltre 15 anni fa, i loro predecessori Biolcati (guarda caso ex sindaco e marito della consigliera Luisa Beltrame) Marinella Mantovani, Julik Zanellato e qualche altro, hanno fatto un bel debito di qualche centinaio di migliaia di euro per comprare il campo sportivo di Crociara. Debito che poi ci siamo ritrovati a dover saldare come amministrazione”.

Guendalina Ferro

Lascia un commento