Sindaco Ponte San Nicolò: “Completate l’idrovia Padova-Venezia”

“Serve fare presto, ad ogni anno di ritardo aumenta il rischio di ritrovarsi nelle condizioni del 2010, o magari del 1966”. Otto anni fa il suo Comune, Ponte San Nicolò, fu tra quelli più duramente colpiti dalle conseguenze dell’alluvione, e oggi il sindaco Enrico Riuncini lancia alla Regione Veneto un appello che coinvolge tutti i centri urbani del comprensorio: completare al più presto l’Idrovia Padova-Venezia per farne un canale scolmatore, in modo da scongiurare il pericolo di altre devastanti alluvioni.

“Chiedo alla Regione di farsi promotrice del progetto esecutivo – continua Rinuncini – per poter attingere ai fondi europei. Un progetto preliminare esiste già, ora bisogna fare un passo in avanti, altrimenti il pericolo è di ritrovarsi al punto di partenza, con un territorio fragile dal punto di vista idrogeologico e il rischio di alluvioni sempre dietro l’angolo”. Il bando europeo per il progetto risale al 2014, e nel 2016 ne sono state approvate le risultanze, ma da allora la situazione appare bloccata.

“Siamo fermi, non esiste per ora nessun finanziamento” – conferma Marino Zamboni, portavoce del Comitato Intercomunale Brenta Sicuro e dei Comitati Uniti per il completamento dell’Idrovia. “Anche il dialogo tra Stato e Regione su questo tema non è mai iniziato, neppure con il nuovo governo”. Il progetto preliminare prevede un investimento di quasi 500 milioni di euro, compresa l’Iva.

“Si tratta di un costo elevato certo,- continua Zamboni – ma comunque inferiore alla cifra dei danni subiti dal nostro territorio durante l’alluvione del 2010. Non scordiamo poi i benefici ambientali: non solo il nuovo canale comprenderebbe un corridoio ecologico, ma introdurrebbe grandi quantità di sedimenti e di acque dolci in una laguna che si sta trasformando ormai in un braccio di mare”.

Sino ad oggi una trentina di amministrazioni comunali hanno approvato la mozione dei Comitati Uniti per il completamento dell’Idrovia.

Patrizia Rossetti

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento