Verso una nuova rotatoria sulla Noalese

Un incrocio pericoloso in pieno centro, nodo viabilistico che più di qualche volta ha visto verificarsi incidenti. È quello tra la strada regionale 515 “Noalese” e la provinciale 65, che collega Zero Branco con la frazione di Sant’Alberto, nel suo primo tratto con il nome di via Pietro Sola. L’intersezione, negli ultimi tempi, sta vedendo accelerare l’iter per la realizzazione di una rotatoria (cosiddetta “Casarin” vista la sede dell’omonima azienda di autotrasporti), al fine di eliminare i pericoli della viabilità.

La necessarietà dell’opera, seppur condivisa da più parti, è stata in parte contestata nelle modalità da parte della lista di minoranza Zero per Zero, che l’ha definita “antieconomica e bizzarra”. Il 29 marzo scorso l’ultimo passaggio burocratico in ordine di tempo è stato stabilito nella seduta del consiglio comunale, che ha visto l’approvazione della variante al piano degli interventi inerente il progetto di fattibilità tecnica ed economica dell’infrastruttura, oltre alla concessione di una proroga al trasferimento della casa di spedizioni, sancita nel settembre 2008 da una specifica convenzione (integrata due anni fa) e concretizzatosi quasi del tutto nei recenti mesi estivi.

Si attendono entro l’anno le operazioni di esproprio di parti di terreno limitrofi alla futura rotatoria e le bonifica ambientale nella zona dell’azienda.

(A.B.V.)

Lascia un commento