Delta: “1988, il resto è noia”, la rimpatriata portovirese

I portoviresi dell’anno 1988 si sono recentemente ritrovati per festeggiare il traguardo dei trent’anni durante una serata in compagnia al Ristorante Paradello.

“Siamo un campo di grano maturo, a trent’anni, non più acerbi e non ancora secchi: la linfa scorre in noi con la pressione giusta, gonfia di vita. È viva ogni nostra gioia, è viva ogni nostra pena, si ride e si piange come non ci riuscirà mai più, si pensa e si capisce come non ci riuscirà mai più” scriveva Oriana Fallaci oltre mezzo secolo fa.

E dei 98 trentenni del comune deltino, in ben 58 hanno risposto all’appello; la rimpatriata è stata organizzata in particolare da Stefano Passarella ed Alessandro Mantovan, che oltre ad essersi occupati della scelta del ristorante, del ritrovo e dei menù, hanno fatto preparare a sorpresa dei portachiavi con la scritta “1988, il resto è noia”.

Inoltre la Pasticceria Porto Viro ha preparato una grande ed apprezzata torta rigorosamente targata 1988. Numerose le persone che non si vedevano da anni, alcune via dal paese natio per motivi lavorativi, altre per cambi di residenza. “È stata una serata speciale, piena di ricordi, di risate e di nostalgia per i momenti dell’infanzia e dell’adolescenza – ha commentato a nome di tutti, una di loro, Valentina Galante – Ringraziamo calorosamente gli organizzatori per aver reso possibile tutto ciò, auspicando di rivederci tutti per i quarant’anni”.

Fabio Pregnolato

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento