Rovigo, sbloccati i fondi per riqualificare l’ex Maddalena

“Ricominciamo a progettare e a cambiare il volto di un intero quartiere”

“I fondi per i bandi di riqualificazione delle Periferie vengono sbloccati dal Governo: 1 miliardo e 600 milioni tornano nella disponibilità dei Comuni italiani”.

L’annuncio trionfale è del sindaco di Rovigo Massimo Bergamin che, a sorpresa, a fine ottobre ha annunciato il contrordine in merito allo stanziamento dei fondi del Bando periferie, al centro di forti polemiche nelle settimane precedenti per via del loro congelamento da parte del governo di Lega e Cinque Stelle. A questo finanziamento era legato il progetto di riqualificazione dell’ex ospedale Maddalena, che ammonta a 13,5 milioni e che sembrava destinato a finire a sua volta nel congelatore.

Uno smacco ancora più grande, dato che arrivava a seguito della notizia dell’accordo tanto sofferto tra Comune e privati. “Si riparte, nulla è andato perduto! – ha annunciato Bergamin – È un grande giorno per Rovigo: ricominciamo a progettare e a cambiare il volto di un intero quartiere con la riqualificazione dell’ex ospedale Maddalena. Ho sempre avuto fiducia nel Governo e sono felice che, con Anci, si sia trovato l’accordo per ridare ai cittadini italiani quartieri più belli, innovativi e funzionali. Ho ricevuto la notizia dell’intesa e non posso che esultare per questo passo avanti”. Bergamin plaude a Governo e Anci e a “tutti quei sindaci, come me, che non hanno mai smesso di credere in questi progetti di rinnovamento”.

A Rovigo, quindi, via libera da subito alla riqualificazione: “Il primo passo sarà rimettere a disposizione della cittadinanza il parco giochi per poi concentrarsi sull’ex edificio Maddalena e la rimessa a nuovo dell’intero settore viario del quartiere Commenda” mette in chiaro.

A margine di un incontro con il premier Giuseppe Conte durante la 35esima Assemblea nazionale dell’Anci tenutasi a Rimini dal 23 al 25 ottobre, il sindaco Bergamin ha aggiunto: “Dopo lo stop estivo, finalmente si riprende a lavorare sui progetti dei 96 comuni partecipanti”. Nei giorni seguenti il primo cittadino ha incontrato il gruppo di lavoro dei tecnici comunali e preso contatti diretti con gli uffici della Presidenza del Consiglio dei Ministri “per proseguire nel raggiungimento del nostro obiettivo. Si riparte, quindi, tutti insieme, per ridare un volto nuovo alle periferie italiane”.

Giorgia Gay

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento