Sindaco Pizzoli: “Voglio Porto Tolle protagonista”

“Ascolto, lavoro e programmazione” sono le parole che riassumono i primi mesi di governo del sindaco di Porto Tolle, Roberto Pizzoli. “Ho scelto di mettermi in aspettativa dal mio lavoro, per dedicarmi a tempo pieno ai problemi dei cittadini e seguire le problematiche delle deleghe importanti che seguo: scuola, bilancio, rapporti con il personale e quelli istituzionali. Per il settore economico trainante quale è la pesca, e quindi la vivificazione delle lagune, – prosegue Pizzoli – abbiamo partecipato a diversi tavoli tecnici dei lavori necessari nella sacca degli Scardovari, dove attualmente sono concentrati tutti i pescatori del territorio”.

“Per la scuola siamo riusciti in azione sinergica con il dirigente scolastico Bergamo, a mantenere la 4 Mat all’Ipsia, evitando così un possibile abbandono dagli studi dei 14 alunni, più in obbligo scolastico per l’età, o costringendo gli stessi a spostarsi negli istituti scolastici di Cavarzere o Rovigo per i prossimi due anni. In tempi brevi inoltre abbiamo risolto il problema del servizio scuolabus per le famiglie dei bambini che frequentano il doposcuola”.

Il futuro? “Stiamo lavorando per l’istituzione delle consulte, incontrando i cittadini delle varie frazioni e per istituire le commissioni. Non abbiamo le risorse che aveva la precedente amministrazione: le cifre tanto paventate da Bellan non sono poi così reali. Ci sono 800mila euro di risorse libere in bilancio per il prossimo anno, perchè degli 8 milioni di euro che dovrebbero provenire da Enel per l’Imu, una parte è stata impegnata dalla giunta Bellan e una parte è vincolata dalla sentenza in secondo grado della cassazione” continua il sindaco.

Per le opere pubbliche verrà tolto dal piano delle alienazioni il campo sportivo Brunetti, per sistemarlo e destinarlo come impianto sportivo alle categorie giovanili e alle scuole. L’importo dei lavori per il nuovo manto sintetico del campo, la recinzione e gli spogliatoi si aggirerà sui 600 mila euro. A questo si aggiungono la sistemazione della palestrina e i lavori del refettorio che sta nascendo. “Tra le iniziative in programma anche il nuovo ponte di accesso alle spiagge di Barricata che sarà realizzato a circa 700 metri da quello esistente. Per il museo di Scardovari e le isole ecologiche dei porti stiamo invece attendendo l’ufficialità dei fondi pubblici, per i quali abbiamo fatto richiesta attraverso il Gac”.

“Porto Tolle – conclude Pizzoli – sarà protagonista nel futuro polesano, nelle partite politiche importanti come il rinnovo dell’amministrazione provinciale e dell’ente parco, ai quali seguirà il rinnovo dei diritti esclusivi di pesca”.

Guendalina Ferro

Lascia un commento