Zero Branco, intervista all’assessore Dal Colle: Attenzione a famiglie e sociale

Intervista all’assessore Dal Colle. Tra le novità in Comune il bando di sostegno economico per le spese del trasporto scolastico dei figli che vanno alle scuole superiori, eventualmente connesso ai libri di testo

La Piazza a tu per tu con l’assessore Francesco Dal Colle. Già vicesindaco di Zero Branco nel primo mandato della giunta Feston, detiene oggi le deleghe a comunicazione istituzionale, mobilità, turismo, servizi informatici e politiche per la diffusione della legalità.

Assessore, quale l’importanza di un assessorato alle politiche per la diffusione della legalità?

“L’importanza di un assessorato che si dedichi a queste materie fa spalla con la nostra adesione ad Avviso Pubblico, partita nel 2010. Nel mondo d’oggi abbiamo riscontrato l’esigenza di doversi coordinare tra più enti per rispondere fattivamente, con buone prassi, all’illegalità, nelle sue forme più varie. Anche nei nostri territori, infatti, la legalità non è scontata. In tutto ciò partiamo in particolare dal basso, dalle giovani generazioni: l’obiettivo è che il cittadino conosca l’apparato pubblico e che il Comune continui a essere il primo riferimento per la gente. Gli spazi di municipio e uffici sono di tutti. L’evento di Avviso Pubblico “Benvenuti a casa vostra” riassume il senso di tutto ciò”. Nella sua attività amministrativa, anche da vicesindaco, ma non solo, si è impegnato nel mondo del sociale.

Zero Branco negli ultimi anni è cambiata da questo punto di vista?

“Negli ultimi anni ho notato come il Comune sia diventato un vero e proprio riferimento per il mondo del sociale. Non sempre risorse e competenze permettono di concretizzare gli aiuti, ma una buona rete di collaborazioni e disponibilità, con progettazioni ad hoc, fanno la differenza. Tante richieste ed azioni sono invisibili, ma di lavoro ce n’è moltissimo. Credo poi sia aumentata la necessità di ascolto, a volte anche solo come supporto morale: c’è più una crisi nelle relazioni che una crisi economica”.

Quali iniziative di sostegno avete messo in campo per le famiglie? C’è qualche novità?

“La base si trova nelle iniziative già attivate da enti superiori o altre realtà, ma abbiamo lavorato per integrare dei settori scoperti. Tra le iniziative più importanti c’è senz’altro il punto prelievi, i progetti Caffè Alzheimer e Famiglie in rete, oltre alla collaborazione con la Caritas Come novità, invece, troviamo il bando di sostegno economico alle famiglie che hanno affrontato le spese per il trasporto scolastico dei propri figli per le scuole superiori, eventualmente connesso ai libri di testo”.

Perché vi siete mossi in tal senso? Con che risorse?

“Era appunto un “buco nero”, a cui nessun ente ha mai provveduto. Gli abbonamenti dei nostri studenti delle scuole superiori, il cui percorso del trasporto pubblico è considerato extraurbano, hanno costi davvero importanti. Grazie all’impegno dell’assessore al bilancio Marilena Zugno il bando trova base in risorse proprie del comune. La scadenza del bando era prevista per metà novembre, ma ci sarà una proroga”.

Alessandro Bozzi Valenti

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento