Cadoneghe: “Il capitello di Sant’Antonio tornerà al suo posto, è un nostro simbolo”

Messa in salvo a Mejaniga la statua del Santo, ora sarà resturata da un gruppo di volontari

Caeperchit “Il capitello di sant’An- tonio sarà ricostruito”. Ad assicurarlo il sindaco di Cadoneghe, Michele Schiavo. Avrà, dunque, presto una casa la piccola edicola dedicata al Santo di Padova, che sorgeva da più di cento anni tra via Bagnoli e via Ca’Ponte, abbattuto nella notte il mese scorso, a seguito di uno scontro tra due auto.

“A malincuore, ma abbiamo dovuto abbatterlo. È stata una decisione davvero sofferta – ha sottolineato il primo cittadino, recatosi sul posto sul posto con gli assessori Nania e Giacomini assieme e i carabinieri della locale stazione -, ma necessaria per l’incolumità dei cittadini. Siamo tutti affezionati al capitello che risale agli inizi del ‘900 e provvederemo a ricollocarlo altrove il prima possibile”.

Nel frattempo la statua di S. Antonio, cjhe si trovava all’internod el manufatto, è stata portata nella parrocchia di Mejaniga dove verrà restaurata da un gruppo di volontari visto che sono stati rilevati alcuni problemi alle mani del Santo. L’amministrazione si farà forte dell’assicurazione dei veicolo che ha causato il danno per pagare le spese dell’intervento complessivo.

Il capitello rappresenta un luogo simbolo per la storia per Cadoneghe e i per suoi cittadini. Molti i commenti e i ricordi anche sui social legati al capitello che per l’incolumità della zona si è dovuto, purtroppo, abbattere, Con l’intento però di ricostruirlo, come ha assicurato il sindaco, a stretto giro.

A questo proposito sono stati sentiti tutti gli interessati all’edicola religiosa che “offre da più di cento anni una fede tradizionale (di mattoni) e una emozionale generatrice di buoni propositi – aggiunge il sindaco Schiavo –. Il valore del “capitello” si riassume anche in una presenza storica che però deve rientrare, con l’apporto del buon senso comune, in una logica di sicurezza ambientale”.

Il capitello era stato restaurato nel 2010 insieme ad un’associazione del posto e ad alcune famiglie. Un progetto portato avanti anche con la parrocchia di Mejaniga dopo vari incontri, sopralluoghi e sondaggi che alla fine hanno espresso la volontà di mantenerlo esattamente sul posto nel quale era stato eretto nel 1906.

Insieme ad architetti del luogo , architetti comunali e anche all’ ingegner Giuridica si è giunti poi alla nuova inaugurazione con doppia processione (insieme hanno sfilato in preghiera i fedeli delle due parrocchie di sant’Antonino di Mejaniga e sant’Andrea di Cadoneghe) il 13 Ottobre 2013.

Cinque anni dopo il capitello è stato irrimediabilmente colpito alla base delle quattro colonne… e,”forse con un miracolo del Santo” non ha, di conseguenza, colpito gravemente le persone colpevoli di un incidente stradale. L’ultimo incidente, però, ha dato il cosiddetto colpo definitivo al capitello che ora dovrà trovare un luogo consono che i cittadini di Cadoneghe, di sicuro, potranno amare quanto il precedente.

N.M.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento